martedì, 15 Ottobre, 2019
Foto: Luca Prosperoni

A Lentini ancora festa?

Passata la festa, gabbato lo Santo. Archiviare subito la vittoria con la Paganese e concentrarsi sulla trasferta di Lentini, dove la Viterbese è attesa dalla Sicula Leonzio.

Come anticipato da mister Sottili non si tratterà di una passeggiata, ma dell’ennesima battaglia sportiva. La stessa che la Sicula, nell’ultimo turno di campionato, ha disputato sul campo della Casertana. Portando a casa un prezioso pareggio.

La Viterbese è chiamata agli straordinari per continuare la striscia positiva di risultati, arrivati a cinque. Il tecnico gialloblu la porterebbe volentieri a sei e, se possibile, la aumenterebbe all’infinito. Per farlo, però, c’è bisogno di una prestazione di gran lunga superiore rispetto a quella vista con la Paganese. Soprattutto sotto il profilo della cattiveria agonistica, vera prerogativa del girone meridionale, alla quale la squadra gialloblù si dovrà giocoforza abituare.

La vittoria con la Paganese ha portato qualcosa di buono. Intanto la rete di Saraniti, che potrebbe essere l’inizio dell’attesa prolificità in zona gol da parte del bomber. Altra nota positiva, e non di poco conto, il rientro sul manto erboso di Zerbin dopo il lungo stop forzato che lo ha tenuto lontano dal campo da calcio. Da non sottovalutare anche le conferme di Damiani, di Atanasov e di Vandeputte (tornato sui suoi livelli prestazionali).

Non è tutto da buttare, dunque. Al momento i risultati danno ragione alla squadra e al suo tecnico. Per il gioco si dovrà attendere ancora un po’. Però mai, come in questo momento del campionato, la Viterbese ha bisogno di punti per raggiungere più in fretta possibile una zona di tranquillità e possibilmente di rilancio. La meta immediata è il centro classifica che, in attesa dei recuperi di campionato, potrebbe fungere da trampolino di lancio per le posizioni di vertice ambite a inizio stagione.

La trasferta di Lentini capita a proposito. Sarà un test assai probante per i gialloblu. La speranza, per i tifosi viterbesi, è che la squadra possa portare a casa l’ennesimo risultato positivo pur non sciorinando prestazioni di livello assoluto. Se poi saranno tre punti, allora potremmo festeggiare il Capodanno con maggiore felicità. In attesa di un 2019 che, si auspica, sarà pieno di ben altre soddisfazioni.

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Viterbese, solo elogi dall’ex allenatore Pochesci

Qualche capello bianco in più, qualche intemperanza in meno. Oggi è un tecnico con grande …