martedì, 3 Agosto, 2021

Addio a Rodolfo Rinaldi, sindacalista e grande tifoso gialloblu

Rodolfo Rinaldi l’ho conosciuto qualche anno fa, quando lui era nel sindacato e io una giovane scribacchina di provincia alle prime armi. Ci confrontammo più volte sui temi della sindacale, e in lui trovai sempre un interlocutore cordiale e disponibile, con la battuta pronta.

Del resto, tra tifosi gialloblu ci si riconosce subito: condividevamo, infatti, la stessa passione, quella per la Viterbese, che lui ha saputo trasmettere a suo figlio Riccardo, a cui oggi vanno tutto il mio affetto e un abbraccio sincero.

Ci confrontavamo sui social. Spesso. Immancabili il suo like o un suo commento a un qualsiasi mio pezzo sulle faccende gialloblu, che leggeva sempre con attenzione. So già che questo confronto ormai divenuto quasi quotidiano mi mancherà.

Rodolfo Rinaldi è andato via all’improvviso, anche se da qualche anno la malattia che lo aveva colpito lo aveva costretto ad una vita diversa da prima. Ma non lo aveva piegato, no, perché lo spirito ruggente del sindacalista e la battuta sempre pronta erano rimasti intatti.

Oggi la Viterbese perde un altro tifoso appassionato. Per chiunque volesse salutarlo per l’ultima volta, le esequie si svolgeranno domani mattina, venerdì 23 luglio, alle ore 9,30 alla chiesa della Verità.

A Riccardo e a sua mamma Silvana giungano le più sentite condoglianze della nostra redazione.

DI Eleonora Celestini

“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Serie C, la Figc rinvia al dopo TAR la composizione del format

In quanto a ripescaggi e riammissioni il Consiglio federale che si è tenuto ieri non …