mercoledì, 20 Ottobre, 2021

Anche il calcio tornerà a ballare

Molti anni fa (era il 2009) mi capitò di assistere allo spettacolo di Marco Paolini, “Miserabili. Io e Margaret Thatcher”. Un racconto in forma di ballata. L’attore, accompagnato in scena dal trio Mercanti di Liquore, narrava la metamorfosi dell’Inghilterra al tempo della Lady di Ferro.

L’ex premier – che, per quanti non lo ricordano, fu l’artefice negli anni ’80 della riforma del mercato del lavoro inglese al tempo della rivoluzione postindustriale – diventa il simbolo vivente del mutamento della società. Quelli, per gli inglesi, furono anni di lacrime e sangue.

Paolini racconta anche la realtà italiana, attraversata all’epoca da una crisi economica destruente. Che si trasformerà in uno status quo.

Ti piace far la stronza e farmi disperare, ma so che un giorno o l’altro ti rivedrò a ballare”. Così Paolini, nel finale dello spettacolo. Non si rivolge a una donna, ma all’Italia che ama visceralmente. Nella cui rinascita spera. E, fortemente, crede.

Il sistema Italia ha dimostrato la sua capacità di passare indenne attraverso mille bufere. Lo conferma la storia del nostro Paese che, ogni volta, è riuscito a rinascere dalle sue ceneri. Avverrà anche stavolta, in una fase di crisi sanitaria globale in cui ogni Stato e ogni comunità/persona deve fare la propria parte. Gli italiani non si lasceranno travolgere e massacrare dal maledetto coronavirus, che ha stravolto le nostre vite.

Con l’Italia anche il calcio, uno sport bellissimo che è metafora della vita, saprà rinascere dalle sue ceneri. E tornerà a ballare. Perché così è ciclicamente avvenuto nella sua lunga storia, che si sovrappone a quella del Bel Paese. E perché nella vita, quando si parla di cose che si amano nel profondo, la speranza deve essere sempre l’ultima a morire.

 

 

DI Sergio Mutolo

Innamorato da una vita della Viterbese, prova a tenere viva in rete la 'grande 'storia del club'. Direttore responsabile di Calciopress su Cuori Gialloblu si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare riferimento alla Serie C, sempre dal punto di vista dei tifosi.

Leggi anche

Serie C,la Covisoc deciderà format e composizione dei gironi

Sarà la Covisoc a decidere il format e la composizione dei gironi del prossimo campionato …