Azioni, dati, notizie e guadagni

24 minuti fa

CEO di Credit Suisse: la nostra base di liquidità è “molto solida”

“Il nostro capitale, la nostra base di liquidità è molto forte”, ha detto mercoledì il CEO di Credit Suisse Ulrich Koerner, citando un’intervista con CAN.

I commenti sono arrivati ​​quando il prezzo delle azioni della banca svizzera è sceso fino al 30% durante la sessione.

“Soddisfiamo e superiamo essenzialmente tutti i requisiti normativi”, ha affermato Koerner.

-Jenny Reid

44 minuti fa

Borse USA aprono in ribasso

Un’ora fa

Credit Suisse è un ‘momento Lehman’: Roubini

Credit Suisse è un “momento Lehman” per i mercati europei e globali, acuto economista Nouriel Roubini ha scritto su Twitter.

“‘Troppo grandi per fallire e troppo grandi per salvare’. Non è nemmeno chiaro quali siano le loro varie perdite non realizzate in titoli e altri beni”, ha aggiunto.

Roubini ha ribadito i commenti fatti due giorni prima, in cui diceva che c’era un “rischio di contagio globale” da parte di una grande banca europea “molto debole”.

“Non voglio causare flusso e non lo intendo [Credit Suisse] Ma ora questo rischio è aperto e il contagio è già grave”, ha scritto mercoledì.

-Jenny Reid

Un’ora fa

Lo stratega afferma che il ciclo che ha esercitato una pressione al ribasso sugli asset rischiosi si allenterà nel prossimo trimestre

John Ricciardi, responsabile dell’asset allocation globale presso Deuterium Capital Management, discute le conseguenze del fallimento delle banche statunitensi e le prospettive a breve termine per l’economia.

Un’ora fa

Gli investitori “riducono l’esposizione al rischio” tra le preoccupazioni bancarie

Le banche europee sono trascinate verso il basso dal crollo delle banche della Silicon Valley, dal percorso dei tassi di interesse e dalle continue preoccupazioni sui margini delle banche e sulla qualità degli asset, ha affermato Russ Molt, direttore degli investimenti di AJ Bell.

Ma il Credit Suisse è “sempre più isolato dagli investitori avversi al rischio” in mezzo alle sue attuali turbolenze.

“Gli investitori sono diventati rialzisti sulle banche grazie a un atterraggio morbido economico, all’allentamento dell’inflazione e a una pausa o perno nella politica della banca centrale”, ha affermato nei commenti via e-mail.

“Quel punto di svolta potrebbe arrivare, ma non per i motivi che gli investitori si aspettavano, con le incertezze alimentate dal crollo della SVB e le banche centrali stanno già spingendo i tassi a livelli in cui l’economia o il sistema finanziario (o entrambi) stanno crollando. Una tensione inaspettata. ”

“Di conseguenza, gli investitori stanno riducendo l’esposizione al rischio e una banca corrotta è un posto che potrebbero voler evitare in una situazione del genere”.

-Jenny Reid

2 ore fa

Il Credit Suisse “non andrà a gambe all’aria”

3 ore prima

Le azioni Credit Suisse sono scese di quasi il 24%; Fermate multiple tentano di prevenire un ulteriore declino

Le azioni di Credit Suisse sono scese del 23,79% entro le 11:00 ora di Londra. Il trading è stato interrotto più volte dall’operatore di borsa quando le azioni sono crollate.

Il prezzo ha chiuso a $ 1,7430 dopo le 11:00 ora di Londra.

– Hannah Ward Glenton

3 ore prima

Le banche europee interrompono le negoziazioni mentre le azioni scendono

Le azioni di Credit Suisse, Société Générale e di diverse banche europee, tra cui l’italiana Monte dei Paschi e UniCredit, sono state bloccate a causa del calo dei prezzi.

Il Credit Suisse è sceso fino al 21% alle 10:33 ora di Londra, seguito da Société Générale, in calo del 9,9%.

– Hannah Ward Glenton

4 ore fa

Le azioni Credit Suisse sono scese del 10% toccando un nuovo minimo storico

Le azioni della banca Credit Suisse sono scese fino al 10% mercoledì alle 9:47 ora di Londra, toccando un minimo storico per il secondo giorno consecutivo.

Gli investitori stanno soppesando l’impatto dell’annuncio di martedì della banca di aver riscontrato “debolezze sostanziali” nei suoi processi di rendicontazione finanziaria per il 2022 e il 2021.

– Hannah Ward-Clendon e Elliott Smith

4 ore fa

Previsione del prezzo del platino per il 2023

Fattori tra cui le interruzioni di corrente in Sud Africa, la guerra in Ucraina e l’aumento della produzione di auto ibride potrebbero aumentare i prezzi del platino nel 2023.

La banca d’investimento UBS ha rivisto al ribasso le sue previsioni sui prezzi del platino fino al 2023, stimando che il metallo prezioso costerebbe 1.150 dollari l’oncia a giugno, in calo rispetto ai 1.100 dollari l’oncia precedenti e ai 1.200 dollari l’oncia a dicembre.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico che mostra il prezzo del platino.

“La linea di fondo è che prevediamo una crescita del 24% anno su anno in termini di domanda totale”, ha detto alla CNBC Ed Sterk, direttore della ricerca presso il World Platinum Investment Council, ma l’offerta non farà che aumentare. Il 13% in più rispetto allo scorso anno.

La storia completa è disponibile qui.

– Hannah Ward Glenton

5 ore fa

Azioni in movimento: Bollur in rialzo dell’8%, IG Group in ribasso del 6%

Le azioni della società di logistica francese Polur sono aumentate dell’8% nei primi scambi.

Mira ad acquisire un massimo di 288,6 milioni di azioni, pari al 9,78% del suo capitale sociale, secondo un comunicato stampa della società.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico che mostra il prezzo delle azioni Bollore.

Dai un’occhiata al grafico…

Grafico che mostra il prezzo delle azioni Bollore.

6 ore fa

I mercati azionari europei hanno aperto in ribasso

I mercati azionari europei hanno aperto al ribasso poiché i titoli bancari sono rimasti in territorio negativo a seguito del tracollo bancario globale della Silicon Valley.

L’indice paneuropeo Stoxx 600 è sceso dello 0,4% nei primi scambi, con la maggior parte dei settori e dei principali mercati azionari scambiati in rosso. I titoli al dettaglio sono stati i perdenti, in calo dell’1,9%, seguiti dai titoli di petrolio e gas, che sono scesi dell’1,4%. I titoli bancari sono scesi dello 0,5%.

– Hannah Ward Glenton

6 ore fa

BMW aumenta le previsioni sui margini, prevedendo consegne più elevate man mano che aumenta la produzione elettrica

La casa automobilistica tedesca BMW prevede un EBIT (utili prima di interessi e tasse) dell’8-10% per la sua gamma di veicoli entro il 2023, con consegne fissate. In leggero aumento dal 2022 in poi. I prezzi di vendita mirano a rimanere a un livello “stabile”.

La società ha confermato i risultati per l’intero anno 2022 denunciato la scorsa settimanaIncludendo l’EBIT per la sua divisione auto di 10,6 miliardi di euro ($ 11,4 miliardi), ha registrato un margine dell’8,6% lo scorso anno.

BMW sta perseguendo un ampio lancio di veicoli elettrici a batteria e prevede di raggiungere una quota di BEV del 50% entro il 2030. La quota di BEV della società sarà del 15% entro il 2023.

Ruxandra Iordache

10 ore fa

CNBC Pro: UPS afferma che queste 4 azioni dovrebbero essere acquistate se i timori geopolitici USA-Cina continuano a salire

UBS ha nominato diversi titoli cinesi che, secondo lei, sono stati “resistenti” durante i periodi di accresciute tensioni geopolitiche tra Stati Uniti e Cina.

In una nota ai clienti del 13 marzo, la banca svizzera ha affermato che è prevista una maggiore volatilità del mercato quando verrà annunciato il divieto degli Stati Uniti sugli investimenti in alcuni settori cinesi.

Gli abbonati CNBC Pro possono leggere ulteriori informazioni sulle scelte di azioni di UBS qui.

– Ganesh Rao

12 ore fa

La produzione industriale cinese, le vendite al dettaglio aumentano nel periodo gennaio-febbraio

La produzione industriale cinese è aumentata del 2,4% nel periodo gennaio-febbraio, secondo i dati ufficiali.

Le vendite al dettaglio nello stesso periodo sono aumentate del 3,55% in linea con le attese.

Gli investimenti cinesi in immobilizzazioni hanno visto un aumento del 5,5% nei primi due mesi dell’anno, superando le aspettative degli economisti intervistati da Reuters che avevano previsto una crescita del 4,4%.

READ  Le interruzioni dei voli continuano giorni dopo che l'interruzione della FAA ha interrotto i viaggi negli Stati Uniti

Lo yuan offshore cinese si è indebolito ed è stato scambiato a 6,8822 contro il dollaro USA dopo la pubblicazione dei dati.

La People’s Bank of China ha mantenuto il tasso su 481 miliardi di yuan di prestiti a medio termine a un anno al 2,75%.

13 ore fa

CNBC Pro: “La confusione crea opportunità”: lo stratega afferma che SVB deve guardare oltre la caduta e nomina le sue scelte migliori

Preoccupato per il contagio dal crollo della banca della Silicon Valley? Il senior strategist Kenny Polgari ritiene che l’impatto del fallimento di SVB sarà minimo.

Mentre gli investitori spesso evitano il settore bancario nel breve termine, Polgari vede “alcune opportunità interessanti” nello spazio e in altri segmenti del mercato.

Gli abbonati Pro possono leggere di più qui.

– Javier Ong

13 ore fa

CNBC Pro: Mentre i mercati diventano difficili, questi titoli globali sembrano resilienti e dovrebbero rafforzarsi

I mercati hanno avuto un marzo difficile fino a quando sono tornati i timori sull’inflazione e il crollo della Silicon Valley Bank ha spinto gli investitori in una modalità di avversione al rischio.

In questo contesto, CNBC Pro ha utilizzato FactSet per esaminare i titoli dell’MSCI World Index e dell’S&P 500 che sono ben posizionati per resistere alla volatilità e che dovrebbero sovraperformare in futuro.

Gli abbonati CNBC Pro possono leggere ulteriori informazioni sulle azioni qui.

– Weißen Don

23 ore fa

Moody’s abbassa a negativo l’outlook sul sistema bancario statunitense

Lunedì Moody’s Investors Service ha cambiato le sue prospettive sul sistema bancario statunitense da stabile a negativo, citando un “ambiente operativo in rapido deterioramento”.

La mossa segue una riorganizzazione del settore in seguito alla chiusura della Silicon Valley Bank e della Signature Bank. I titoli bancari sono rimbalzati martedì dopo essere crollati nelle ultime sessioni.

“Siamo passati dalla nostra prospettiva stabile sul sistema bancario statunitense a negativa, riflettendo il rapido deterioramento del contesto operativo a seguito dei fallimenti di Silicon Valley Bank (SVB), Silvergate Bank e Signature Bank (SNY) e SNY”, ha affermato Moody’s in una dichiarazione.

– Alex Haring, Jeff Cox

Mar 14 marzo 2023 8:34 EDT

I dati sull’inflazione negli Stati Uniti sono in linea con le aspettative

L’indice dei prezzi al consumo a febbraio è salito dello 0,4% rispetto al mese precedente, allineandosi alla stima Dow Jones. L’aumento del 6% su base annua è stato in linea con le aspettative.

– Fred Imbert

9 ore fa

Mercati europei: ecco i bandi di apertura

I mercati europei sono diretti verso un’apertura mista mercoledì.

L’indice FTSE 100 del Regno Unito dovrebbe salire di 7 punti a 7.636, il DAX tedesco di 21 punti a 15.242, il CAC francese di 6 punti a 7.144 e il FTSE MIB italiano di 20 punti a 26.312.

I ricavi provengono da Prudential, Balfour Beatty, Lancs, E.On, Inditex e H&M. Sul fronte dei dati, dovrebbero essere pubblicati i dati sulla produzione industriale dell’Eurozona per gennaio.

– Holly Elliot

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *