Brian Kohberger, sospettato di omicidi di studenti universitari dell’Idaho, incriminato dal Grand Jury

Bryan Kohberger, 28 anni, è il sospettato Quattro studenti universitari dell’Idaho accoltellati a morte Nel novembre dello scorso anno, è stato incriminato da un gran giurì.

Affronta le stesse accuse – Quattro accuse di omicidio di primo grado e rapina criminale È stato accusato degli omicidi, ha confermato a CBS News una portavoce del Dipartimento di giustizia dello Stato dell’Idaho.

Kohberger è stata arrestata a casa dei suoi genitori ad Albrightsville, in Pennsylvania, sei settimane dopo che Madison Mogen e la sua amica Kaylee Goncalves, entrambe di 21 anni, e Xana Kernodle e il suo ragazzo Ethan Chapin, di 20 anni, sono state accoltellate a morte nella loro casa di King Road.

Lui Assegnato all’Idaho Attualmente è detenuto nella prigione della contea di Latah senza vincolo, secondo i registri della prigione. Kohberger deve ancora presentare una dichiarazione Gli avvocati aspettano di scoprirlo La pena di morte continuerà nei casi di alto profilo.

L’accusa consente ai pubblici ministeri di saltare un’udienza preliminare di una settimana prevista per il 26 giugno.

Un avvocato di una delle coinquiline sopravvissute, Bethany Funke, 21 anni, ha sostenuto in una mozione per ribaltare la sua richiesta di comparizione che l’udienza preliminare era stata progettata per stabilire una causa probabile e non doveva essere una “indagine meschina”.

Invece di comparire in tribunale in Idaho per un’udienza preliminare, Funke ha successivamente accettato di incontrare gli avvocati di Kohberger a Reno, in Nevada. Una petizione è stata depositata presso il tribunale distrettuale Detto nella Contea di Washoe, Nevada.

Un’udienza del tribunale distrettuale per Kohberger è fissata per lunedì mattina, ha detto un portavoce del tribunale dell’Idaho.

Emily Mae Czachor ha contribuito alla segnalazione.

READ  Gli spettacoli televisivi a tarda notte si stanno oscurando mentre gli scrittori scioperano per chiedere una paga migliore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *