sabato, 31 Luglio, 2021

Caos ripescaggi in B

Per il calcio estivo che si gioca da troppi anni dentro i tribunali, anzichè negli stadi, è per l’ennesima volta tempo di verdetti. Stavolta in materia di ripescaggi.

Il Coni si esprime domani, martedì 31 luglio, sul ricorso inoltrato dall’Avellino (escluso dal campionato di Serie B per una questione di fideiussioni). Si aprirà un primo spiraglio anche per la Serie C. I club di terza serie che aspirano a salire in cadetteria sapranno se i posti lasciati liberi saranno due (quelli di Bari e Cesena) oppure saliranno a tre.

Mercoledì 1 agosto toccherà alla Corte di Apello Federale (CAF) decidere sul caso Novara. Bisognerà esprimersi sulla possibilità di partecipazione o meno alle procedure di ripescaggio da parte di quei club che abbiano subito penalizzazioni a seguito di illeciti amministrativi.

Contro questa decisione hanno fatto ricorso Robur Siena, Ternana, Pro Vercelli e Virtus Entella. Il Catania si schiera, viceversa, a favore della conferma di una sentenza che lo porterebbe dritto dritto in Serie B.

La Serie C, il cui organico è stato fissato dalla Figc a quota 56, saprà se i ripescaggi per ripristinarlo saranno sei o sette. Tutto dipenderà dal numero di posti che si libereranno in B.

E saprà, cosa ancora più importante, quali club di terza serie saliranno in cadetteria. Una questione non da poco per la composizione dei gironi, che ancora oggi sono un’Araba Fenice.

calciopress.net

DI Sergio Mutolo

Innamorato da una vita della Viterbese, prova a tenere viva in rete la 'grande 'storia del club'. Direttore responsabile di Calciopress su Cuori Gialloblu si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare riferimento alla Serie C, sempre dal punto di vista dei tifosi.

Leggi anche

Serie C, il Coni esclude quattro club. Solo la Paganese resta in Lega Pro

Il Collegio di Garanzia del Coni (nella foto) ha bocciato il ricorso del Chievo Verona, …