domenica, 18 Aprile, 2021

Catanzaro – Viterbese, Taurino ora sbotta: “Basta polemiche per giustificare le loro prestazioni”

“A Catanzaro hanno alzato tutto questo polverone, ma le uniche due occasioni in cui si sono resi pericolosi sono due palle inattive, una punizione da quaranta metri, peraltro se vogliamo essere precisi impattata da Rossi, quindi sarebbe stato semmai autogol con una carambola un po’ fortuita, e l’altra su una respinta da calcio d’angolo”.

La misura è colma. Dopo il recupero di Catanzaro – Viterbese di mercoledì scorso le polemiche, inutili, alimentate sul fronte giallorosso sono andate oltre, perchè non rendono merito alla buona prova dei gialloblu, che nonostante le difficoltà della doppia trasferta per quanto visto in campo avrebbero forse meritato più del sacrosanto punto raccolto.

Continuare a chiamare in causa la direzione arbitrale per episodi che lasciano il tempo che trovano è imbarazzante e poco rispettoso della prova della Viterbese. E mister Roberto Taurino, diplomazia e self control fatti persona, per una volta dismette i panni del politically correct e risponde a tono a chi dal capoluogo calabrese ancora invoca presunti torti arbitrali che avrebbero determinato lo 0-0 finale. Sminuendo, di fatto, il buon risultato dei gialloblu. I quali sono apparsi, sia nel primo tempo del 10 gennaio che nel recupero di mercoledì, più in palla dello squadrone a disposizione dei padroni di casa.

“Se vogliamo mettere i puntini sulle i, se rigore doveva proprio essere, prima del rigore c’era uno spintone di Fazio su Baschirotto – continua il tecnico della Viterbese -. Se l’arbitro avesse dovuto rivedere il Var, prima del rigore avrebbe visto il fallo su Baschirotto quindi l’azione del rigore sarebbe stata annullata. Detto ciò, se vogliamo essere ancora più puntigliosi, dico che al 76’ Corapi, già ammonito, fa un fallo con piede a martello su Salandria che l’arbitro non sanziona, e sarebbe stato da rosso”.

Taurino è un fiume in piena. E non le manda a dire né al mister del Catanzaro, Antonio Calabro (i due sono anche molto amici, ndr), né al ds del Catanzaro, Massimo Cerri, che ancora ieri sosteneva che i giallorossi non avessero vinto con la Viterbese a causa dell’arbitro. “Siccome qui tutti fanno i belli, tutti vogliono parlare e tutti buttano fumo per giustificare le proprie prestazioni o quelle della propria squadra – incalza -, io dico che bisogna essere onesti: secondo me a Catanzaro la Viterbese ha fatto 40’, uniti a quelli dell’andata, ottimi e non meritava di perdere. Poi è vero che nel calcio ci sono gli episodi, però per gli episodi di cui si parla da mercoledì, che sembra che a Catanzaro siano stati derubati, la dimostrazione è che non è come dicono loro. Hanno voluto giocare quando hanno voluto loro, prima della loro pausa, ci mancava che si portassero l’arbitro da casa!!! La prossima chiedono di portare anche l’arbitro da casa loro, così decidono tutto loro!”.

“Facciamola finita perché mi sembra veramente una polemica inutile – conclude – da parte di una società seria, che ci teneva a vincere come ci tenevamo noi. Però non è che quando non vinci devi fare tutto sto casino, accetti il risultato del campo perché è stato giusto e onesto, e forse se c’è qualcuno che deve recriminare per quello che s’è visto quelli siamo noi. Mettiamo un punto sulla partita di Catanzaro che adesso devo pensare all’Avellino”.

Sipario!

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Terremoto Viterbese: via Taurino, torna Maurizi

La società U.S. Viterbese 1908  comunica l’esonero di mister Roberto Taurino. Il club gialloblu intende …