martedì, 21 Settembre, 2021

Dalle stalle alle stelle: a Fermo la Viterbese recupera allo scadere una gara che sembrava persa (3-3)

FERMANA (4-4-2): Moschin; Rossoni, Corinus, Sperotto, Mordini; Bugaro, Graziano, Urbinati (24’ st Mbaye), Bolsius (43’ st Alagna); Marchi, Nepi. A disposizione: Ginestra, Frezza, De Pascalis, Grossi, Cognigni, Diouane, Pistolesi, Capece, Lovaglio, Rovaglia. Allenatore: Domizzi

VITERBESE (4-3-1-2): Daga; Fracassini, D’Ambrosio, Junior, Ricchi (12’ st Urso); Calcagni (38’ st Simonelli), Megelaitis, Alberico (34’st Adopo); Errico (12’st Capanni); Murilo, Volpicelli. A disposizione: Bisogno, D’Uffizi, Foglia, Marenco, Tassi. Allenatore: Dal Canto.

Arbitro: Signor Giorgio Vergaro della sezione di Bari; assistenti Sigg. Alessandro Parisi di Bari ed Emanuele Renzullo di Torre Del Greco; Quarto Uomo Sig. Marco Di Loreto della sezione di Terni.

Marcatori: 6’ pt Urbinati, 21’ pt Bolsius, 11’ st Nepi, 21’ st Murilo, 23’ st Volpicelli, 48’ st Capanni 

Note: angoli: 5-1 per la Viterbese; ammoniti: 17’ pt Megelaitis ; recuperi: 1’ pt; 4’ st.

Incredibile al “Recchioni”. Clamoroso 3-3 all’esordio di campionato per i gialloblu, che recuperano quando sembrava ormai finita una gara in cui è successo di tutto e che la Fermana pensava già vinta.

Fino al primo quarto d’ora del secondo tempo una gara dimenticare per la Viterbese, sotto 3-0 nonostante un match giocato a buon ritmo dagli undici di mister Dal Canto.

Il pareggio rimediato alla fine evita ai gialloblu una sconfitta che sarebbe stata immeritata, soprattutto se si considera che la Viterbese ha avuto per buona parte della gara il pallino del gioco, costruendo anche discrete trame ma lasciando colpevolmente agli avversari la possibilità di realizzare un vantaggio che con caparbietà alla fine è riuscito a riacciuffare.

Tecnicamente è parso esserci maggiore sostanza tecnica da parte dei gialloblu, più bravi nel far girare la palla. Ma tre errori della difesa, apparsa poco concentrata e troppo morbida, hanno regalato il tris alla Fermana. Errori che pesano e che si spera siano solo il frutto di una serata storta della retroguardia di Dal Canto.

La Viterbese non meritava la sconfitta, ma è un prezzo che ha rischiato di pagare concedendo tre gol con tanta superficialità. A metà del secondo tempo le reti, ravvicinate, di Murilo e di un ottimo Volpicelli – certamente il migliore dei suoi – hanno riacceso le speranze della Viterbese di poterla riprendere. E quando ormai il pari sembravano essere definitivamente sfumato col palo preso da Capanni quasi allo scadere, proprio l’italobrasiliano al 93’ sigla il definitivo 3-3 che fa tirare un sospiro di sollievo ai leoni. La sconfitta, del resto, sarebbe stato un risultato davvero troppo pesante e ingiusto per la Viterbese. Che però deve certamente registrare qualcosa nel reparto arretrato.

DI Redazione

La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Viterbese – Cesena, l’elenco dei gialloblu convocati

Sono 22 i calciatori convocati da mister Dal Canto per Viterbese – Cesena, gara valida …