Elezioni presidenziali in Turchia: aggiornamenti in tempo reale sul possibile ballottaggio

ANKARA, Turchia (AP) – Il presidente conservatore turco Recep Tayyip Erdogan Affronterà una resa dei conti con il suo principale rivale in due settimane poiché svolge un ruolo chiave nell’espansione del Medio Oriente e della NATO..

Un ballottaggio del 28 maggio consentirà ai turchi di decidere se il presidente autoritario, che è sull’orlo di un terzo decennio al potere, può seguire il corso democratico promesso da Kemal Kilicdaroglu, hanno detto lunedì funzionari elettorali..

Alcuni elettori hanno affermato che il sondaggio ha mostrato quanto sia diventata polarizzata la Turchia.

“Non sono felice”, ha detto l’elettore Suzanne Devletsa. “Sono preoccupato per il futuro della Turchia”.

Erdogan ha affrontato i titoli elettorali sulla crisi del costo della vita e le critiche alla risposta del governo al devastante terremoto di febbraio..

La ritirata nazionalista è stata meno del previsto. Ma la sua coalizione ha mantenuto la presa sul parlamento ed è ora pronta a vincere il secondo turno.

“Il 28 maggio, a Dio piacendo, se Tayyip Erdogan sarà all’altezza delle aspettative, vincerà”, ha detto l’elettore di Erdogan Encin Duran.

Come negli anni precedenti, Erdogan ha condotto una campagna molto controversa.

Ha ritratto Kilicdaroglu, che ha il sostegno del partito filo-curdo del paese, come collusivo con “terroristi” e che sostiene i diritti LGBTQ “eterogenei”.

Nel tentativo di corteggiare gli elettori duramente colpiti dall’inflazione, ha aumentato i salari e le pensioni e ha sovvenzionato le bollette dell’elettricità e del gas, mettendo in mostra l’industria della difesa interna della Turchia e i progetti infrastrutturali.

Kilicdaroglu ha condotto una campagna sulla promessa di annullare le repressioni sulla libertà di parola e altre battute d’arresto democratiche, nonché sulla promessa di riparare un’economia afflitta da iperinflazione e svalutazione.

READ  Il Liverpool ha battuto il Manchester United 7-0 nel derby di Premier League.

Ma quando sono arrivati ​​i risultati, quegli elementi non hanno influenzato gli elettori come previsto. Il nucleo conservatore della Turchia ha votato in modo schiacciante per il partito al governo, mentre la principale opposizione di Kılıçdaroğlu ha vinto la maggior parte delle province costiere a ovest ea sud. Il partito della sinistra verde filo-curda, YSP, ha vinto le province a maggioranza curda nel sud-est.

L’incertezza ha fatto scendere il principale mercato azionario turco BIST-100 di oltre il 6% all’apertura di lunedì, provocando una temporanea interruzione delle negoziazioni. Mentre le azioni si sono riprese brevemente durante il giorno, l’indice è tornato ai primi minimi vicino alla chiusura.

I paesi occidentali e gli investitori stranieri sono particolarmente attratti dalla leadership poco ortodossa dell’economia di Erdogan e dai suoi sforzi, spesso mutevoli ma riusciti, di mettere il paese che abbraccia l’Europa e l’Asia al centro di numerosi negoziati diplomatici chiave..

I risultati preliminari hanno mostrato che domenica Erdogan ha ottenuto il 49,5% dei voti. Kilicdaroglu ha ottenuto il 44,9% e il terzo candidato Sinan Ogan ha ottenuto il 5,2%, ha affermato Ahmet Yener, capo del Consiglio elettorale supremo.

Yener ha affermato che i restanti voti non conteggiati non sono stati sufficienti per portare Erdogan a una vittoria assoluta, anche se sono stati tutti ribaltati per lui. Nelle elezioni presidenziali del 2018, Erdogan ha vinto il primo turno con oltre il 52% dei voti.

Erdogan, che governa la Turchia come primo ministro o presidente dal 2003, ha descritto il voto di domenica come una vittoria per lui e per il Paese.

“Il fatto che i risultati delle elezioni non siano definitivi non cambia il fatto che la nazione ci ha scelto”, ha detto Erdogan, 69 anni, ai sostenitori lunedì mattina presto.

READ  Harry Potter serie J.K. Max A Go with Rowling - Scadenza

Ha detto che rispetta la decisione del paese.

Kilicdaroglu sembrava ottimista, twittando al momento dell’annuncio del ballottaggio: “Non disperare… staremo insieme e vinceremo queste elezioni”.

Kilicdaroglu, 74 anni, e il suo partito hanno perso tutte le precedenti elezioni presidenziali e parlamentari da quando sono subentrati nel 2010, ma questa volta hanno aumentato i loro voti.

Ogan, un candidato di destra, non ha detto chi sosterrebbe se le elezioni andassero al secondo turno. Si ritiene che abbia ottenuto il sostegno degli elettori nazionalisti che vogliono un cambiamento dopo due decenni sotto Erdogan, ma diffidano della capacità di governo della coalizione a sei guidata da Kilicdaroglu.

I risultati delle elezioni hanno mostrato che la coalizione guidata dal Partito per la giustizia e lo sviluppo di Erdogan manterrà la maggioranza nel parlamento da 600 seggi, sebbene l’assemblea abbia perso il suo potere dopo un voto che ha conferito al presidente ulteriori poteri legislativi. Nel 2017.

L’AKP di Erdogan ei suoi alleati hanno ottenuto 321 seggi nell’Assemblea nazionale, mentre l’opposizione ne ha vinti 213, con i restanti 66 che sono andati a una coalizione filo-curda, secondo i risultati preliminari.

Howard Eisenstadt, professore associato di storia e politica del Medio Oriente alla St. Lawrence University di New York, ha affermato che questi risultati potrebbero dare a Erdogan un vantaggio nel ballottaggio perché gli elettori non vogliono un “governo diviso”.

I risultati riportati dall’agenzia statale Anadolu hanno mostrato che il partito di Erdogan domina la regione colpita dal terremoto, vincendo 10 delle 11 province in un’area che tradizionalmente sostiene il presidente. Questo nonostante la lenta risposta del suo governo al terremoto di magnitudo 7,8 che ha ucciso più di 50.000 persone.

READ  Twitter ha cancellato il badge verificato del New York Times per volere di Elon Musk

Quasi l’89% degli aventi diritto in Turchia ha votato e più della metà degli elettori stranieri si è recata alle urne. Il voto in Turchia è stato tradizionalmente forte, nonostante anni di repressione del governo sulla libertà di espressione e di riunione, in particolare dopo un tentativo di colpo di stato del 2016.

Tentativo di colpo di Stato del 2016 in Turchia

Erdogan ha incolpato i sostenitori dell’ex religioso alleato Fethullah Gülen per il fallito colpo di stato e ha lanciato un giro di vite su larga scala contro i funzionari governativi presumibilmente legati a Gülen, incarcerando attivisti, giornalisti e politici filo-curdi.

“La democrazia turca ha dimostrato di essere straordinariamente resistente. Le elezioni hanno avuto un’elevata affluenza alle urne e hanno offerto una vera scelta”, Frank Schwabe, che guida la delegazione del Consiglio d’Europa, ha detto, tuttavia, che il paese non ha rispettato “i principi di base per tenere elezioni democratiche”.

Michael George Link, coordinatore speciale e capo della missione di osservazione dell’OSCE che monitora le elezioni, ha affermato che le elezioni sono state competitive ma limitate.

“La criminalizzazione di alcune forze politiche, inclusa la detenzione di molti politici dell’opposizione, impedisce il pieno pluralismo politico e ostacola i diritti degli individui a partecipare alle elezioni”, ha spiegato.

___

Pilkinsoy segnalato da Istanbul. Lo scrittore dell’Associated Press Sinar Kiper ha contribuito da Bodrum, in Turchia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *