Elliot Broidy afferma di aver ricevuto milioni per fare pressioni illegali sull’amministrazione Trump

Commento

Eliot Broidy, l’ex principale raccoglitore di fondi repubblicano che ha ammesso di aver esercitato illegalmente pressioni sull’amministrazione Trump per conto di stranieri, ha descritto pubblicamente le sue azioni per la prima volta martedì, testimoniando in tribunale dei suoi tentativi falliti di annullare un’indagine federale su un finanziere malese. Pechino ha spinto le autorità statunitensi a estradare un ricco dissidente cinese che vive a New York e che è stato bollato come criminale.

Sebbene avrebbe potuto intascare fino a $ 75 milioni se i suoi sforzi avessero avuto successo, ha detto a una giuria federale: un acconto di $ 8 milioni e una “tassa di presenza” di $ 1 milione per recarsi in Thailandia per un incontro segreto.

Broidy, che nel 2020 si è dichiarato colpevole di aver cospirato per violare il Foreign Agents Registration Act e successivamente è stato graziato dal presidente Donald Trump, ha collaborato con il Dipartimento di Giustizia in casi penali che coinvolgono il finanziere malese Low Taek Joh e i suoi associati negli Stati Uniti. Le autorità affermano che Lowe e altri hanno tratto profitto dal furto di 4,5 miliardi di dollari dal fondo sovrano della Malesia.

Low, 41 anni, è latitante mentre uno dei suoi complici, Prakasrel “Brass” Michael, ex membro del trio hip-hop degli anni ’90 vincitore del Grammy Award The Fugees, è stato accusato dal tribunale distrettuale degli Stati Uniti di Washington di riciclaggio di denaro legato a le sue attività con l’uomo d’affari malese scomparso Altri crimini federali. Michael, 50 anni, ha negato qualsiasi addebito.

Durante la campagna presidenziale del 2016, Broidy, un investitore con sede a Los Angeles, ha aiutato a convincere i principali donatori a sostenere la campagna di Trump. Dopo che Trump è entrato in carica nel 2017, Broidy è stato nominato vicepresidente delle finanze del Comitato nazionale repubblicano.

READ  Sottomarino Titanic: la Guardia Costiera afferma che il sommergibile ha subito "un'esplosione catastrofica" scomparso

Testimoniando per l’accusa martedì al processo di Michael, ha raccontato ai giurati di un complesso piano ordito nel 2017 in cui ha raccolto fino a 75 milioni di dollari da Lowe per aver usato illegalmente la sua influenza su Trump. Amministrazione per alleviare i problemi legali di Lowe. Parte del piano contorto – che Broidy ha detto essere stato mediato da Michael – ha esortato le autorità a restituire il cittadino cinese scontento a Pechino. Ma gli sforzi non hanno funzionato.

Broidy non ha espresso alcun apparente rimorso sul banco dei testimoni, poiché ha descritto l’adescamento illegale principalmente per motivi medici. Interrogato da un pubblico ministero, ha usato ripetutamente frasi come “opportunità di affari” e “clausole contrattuali”. Per quanto riguarda l’aiuto a Lowe, ha notato il miglioramento “dei miei rapporti con il presidente e altri coinvolti nell’amministrazione”.

Le autorità affermano che Low è il capo di una ristretta cerchia di cleptocrati di Kuala Lumpur che ha saccheggiato il fondo malese noto come 1MDB. Negli Stati Uniti, a partire dalla fine degli anni 2000, ha speso decine di migliaia di dollari in feste sfrenate e regali sontuosi a celebrità – attori, musicisti, socialite – molti dei quali ha coltivato come conoscenti.

Per quanto riguarda Michaels, dopo che i Fugees si sono sciolti nel 1997 e la sua carriera da solista come rapper è svanita, si è reinventato negli anni 2000 come investitore di private equity, diventando infine socio in affari e stretto collaboratore di Lowe’s, hanno detto i pubblici ministeri.

Nel 2017, l’FBI e il Dipartimento di Giustizia stavano conducendo un’indagine penale sullo scandalo 1MDB e un’importante azione civile contro di lui volta a sequestrare centinaia di milioni di dollari in guadagni illeciti. Fu allora che Lowe si rivolse a Broidy, che l’avvocato descrisse come un “fissatore”.

READ  HW Bush, Clinton, Bush e Obama consegnano tutti i documenti classificati, dicono i deputati

Broidy ha testimoniato che lui, Michael e un altro socio in affari sono volati in Thailandia nella primavera del 2017 per incontrare segretamente Lowe. Broidy ha detto di aver accettato di fare pressioni sull’amministrazione Trump per cercare di cortocircuitare l’azione legale federale, per una commissione di $ 50 milioni o $ 75 milioni, a seconda di quanto tempo gli ci è voluto per vincere.

Ha detto alla giuria che ha cercato tramite intermediari di convincere il top management. Essere Il continuo coinvolgimento della magistratura nella questione 1MDB potrebbe danneggiare le relazioni USA-Malesia. Ha detto di aver cercato invano di organizzare una partita a golf di Trump con l’allora primo ministro malese Najib Razak per dire a Razak Trump che lo scandalo 1MDB non era importante.

Razak è stato infine incarcerato in Malesia per il suo coinvolgimento nella truffa.

Dopo che i suoi sforzi sono falliti, ha detto Broidy, ha incontrato di nuovo Low nel 2017 nella Cina continentale. Ha detto che all’incontro era presente anche un alto funzionario della sicurezza interna cinese.

Lo sembrava pensare che le autorità cinesi potessero in qualche modo aiutarlo con i suoi problemi legali, e per questo Lo voleva compiacere i cinesi. Broidy ha detto che Lo e il funzionario della sicurezza gli hanno chiesto di usare la sua influenza nell’amministrazione Trump per estradare Guo Wengui, un ricco cittadino cinese che vive a New York con un visto temporaneo ed è un aperto critico del governo cinese.

L’ufficiale di sicurezza ha descritto Guo come un criminale, ha detto Broidy.

In cambio dell’estradizione di Guo, il funzionario ha promesso che la Cina avrebbe rilasciato i prigionieri americani in sua custodia e stipulato un nuovo accordo di cooperazione con gli Stati Uniti sulle questioni di sicurezza informatica. Broidy ha detto a vari funzionari di Washington, tra cui la Casa Bianca e l’allora capo di stato maggiore Reince Priebus, che l’estradizione di Guo sarebbe stata un “passo incredibile” nelle relazioni USA-Cina.

READ  Il morbo di Alzheimer tra gli anziani è più comune in queste parti degli Stati Uniti, mostrano i primi dati nel suo genere

Ma anche questi tentativi fallirono.

Alla fine, anche se Guo non è stato estradato, ha ricevuto “più di 70 milioni di dollari” da Michael Lowe, secondo i pubblici ministeri. Guo è stato incriminato da un gran giurì federale a New York in un caso di frode finanziaria non correlato.

Nell’aprile 2018, Broidy si era dimesso dalla sua posizione presso il Comitato nazionale repubblicano dopo che era stato rivelato che aveva pagato un ex modello di Playboy $ 1,6 milioni. Successivamente, con l’intensificarsi delle indagini dell’FBI su Low, nel 2020 è stato accusato di lobbying illegale e si è dichiarato colpevole in un accordo con i pubblici ministeri.

L’accordo gli richiedeva di cooperare con i pubblici ministeri federali. Nonostante sia stato graziato da Trump, ha detto che continua a farlo. Dopo la grazia, Broidy ha dichiarato di aver firmato un nuovo accordo con i pubblici ministeri, accettando di mantenere la sua collaborazione in cambio di non essere nuovamente accusato di vari reati legati al lobbismo illegale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *