Fonte – La NFL fissa la riunione del 20 luglio per votare sulla vendita dei comandanti

Giovanni KeimScrittore personale ESPN23 giugno 2023, 10:31 ET5 minuti di lettura

I comproprietari dei Washington Commanders annunciano la vendita della squadra

Adam Schefter riferisce che Washington ha raggiunto un accordo con i comproprietari di Commanders Josh Harris e i suoi soci.

La NFL ha programmato una riunione il mese prossimo in cui i proprietari dovrebbero votare sulla vendita Comandanti di Washington per una squadra guidata da Josh Harris, una fonte confermata a ESPN venerdì.

La NFL ha inviato una nota ai proprietari dicendo che il 20 luglio si sarebbe tenuta una riunione per discutere della vendita dei comandanti da parte di Dan e Tanya Snyder all’Harris Group per 6,05 miliardi di dollari.

Secondo il Washington Post, che per primo ha riportato l’incontro, sembra probabile un voto basato sull’attesa approvazione unanime da parte del Comitato Finanze. Si potrebbe votare a Minneapolis, dove i proprietari si sono incontrati a fine maggio.

Il consiglio deve ancora raccomandare l’approvazione, ma il fatto che sia stata fissata una riunione speciale indica la direzione della vendita. In generale, i proprietari aderiscono alla raccomandazione del consiglio. Perché la vendita sia approvata, 24 dei 32 proprietari devono votare a favore.

L’anno scorso, ad esempio, il 27 luglio il consiglio ha approvato all’unanimità la vendita dei Denver Broncos a un gruppo guidato dall’erede di Walmart, Rob Walton. I proprietari hanno approvato il 9 agosto.

Secondo più fonti, c’è una forte spinta per portare a termine l’accordo con i comandanti e passare da Snyders prima dell’inizio della stagione. Ecco perché, nonostante le preoccupazioni sulla struttura dell’offerta Harris in vari punti, molti erano ottimisti sul fatto che l’accordo sarebbe andato a buon fine. Diverse fonti hanno affermato che anche gli Snyder sono ansiosi di completare il processo.

Washington apre il campo di addestramento il 26 luglio.

Il 7 giugno, il comitato finanziario ha incontrato Harris per 2 ore e mezza a New York City. Successivamente, il proprietario di Indianapolis Colts Jim Irsay, uno degli otto membri del consiglio, ha espresso fiducia a ESPN sulla direzione degli sforzi di Harris. Alle riunioni dei proprietari il mese scorso, Irsay era irremovibile sul fatto che la NFL avrebbe dovuto lavorare per allineare l’offerta alle linee guida.

“Sono fiducioso per il loro aspetto ispirato, il loro entusiasmo e il loro curriculum”, ha detto Irsay dopo aver incontrato Harris. “Stiamo cercando di elaborare questi dettagli finali. E sono fiducioso che possiamo. Immagino che la riunione di campionato sarà convocata tra metà e fine luglio”. Dopo quell’incontro, la NFL ha detto alle squadre che una possibile votazione si sarebbe svolta il 20 luglio o l’8 agosto.

Il team di Harris comprende il miliardario Mitchell Rales di Washington, DC e Magic Johnson, Hall of Famer dell’NBA, che devono essere tutti esaminati dal comitato e hanno un tempo prolungato per raccomandare la loro approvazione.

Il team ha lavorato con Harris per allineare la sua offerta con le linee guida della NFL. Irsay ha affermato che ci sono state ripetute preoccupazioni sull’ammontare del debito che Harris ha contratto negli ultimi due mesi e sulla quantità di capitale presente nella sua offerta.

Secondo le linee guida della NFL, un nuovo proprietario non può indebitarsi per più di 1,1 miliardi di dollari e deve abbassare il 30% dell’offerta. Irsay ha anche affermato che la lega vuole lavorare con Harris e Rales “soprattutto dal punto di vista fiscale”.

“Sapevano che non poteva essere fumo negli occhi”, ha detto Irsay a ESPN all’inizio di giugno dopo l’incontro con Harris. “È un affare complicato.”

Ma Irsey e altri membri della lega, incluso il commissario Roger Goodell, hanno affermato che non cambieranno le linee guida per accogliere Harris.

Harris ha firmato un accordo esclusivo con i comproprietari Dan e Tanya Snyder il 12 maggio, superando l’offerta di 6 miliardi di dollari del miliardario canadese Steve Apostolopoulos.

Gli Snyder hanno messo in vendita i Commanders il 2 novembre, scioccando la NFL, meno di due settimane dopo aver rilasciato una dichiarazione in cui si annunciava che non avrebbero venduto la squadra. La NFL ha trascorso quasi un anno a indagare sulla cultura del lavoro sotto Snyder prima di multare il franchise di $ 10 milioni nel luglio 2021.

Ma la commissione della Camera per la supervisione e la riforma ha avviato la propria indagine su Snyder nell’ottobre 2021, un’indagine che si è conclusa solo quando i repubblicani hanno preso il controllo lo scorso autunno. I procuratori generali del Maryland, del Distretto di Columbia e della Virginia prima del 2020 hanno affermato che i generali dell’amministrazione di Snyder avevano commesso abusi finanziari.

Inoltre, l’avvocato Mary Jo White continua a indagare sulle accuse contro Snyder. Una fonte della lega ha affermato che i risultati del rapporto potrebbero essere resi noti prima del voto finale.

Una volta approvato, Harris diventerà il quinto proprietario del franchise. George Preston Marshall possedeva la squadra dal 1932 – mentre era a Boston – fino alla sua morte nel 1969; Edward Bennett Williams è stato il principale proprietario dal 1970 al 1974, quando Jack Kent Cooke è diventato il proprietario di maggioranza. Snyder ha acquistato la squadra per 800 milioni di dollari nel 1999, due anni dopo la morte di Cook.

La squadra è andata 164-220-2 sotto Snyder. Washington non vince una partita di playoff dalla stagione 2005 e non vince 11 o più partite in una stagione regolare dal 1991. Dal 1971 al 1992, hanno giocato in cinque Super Bowls e ne hanno vinti tre. Hanno compilato un record di playoff 18-10 durante questo tratto.

READ  India, Giappone e Corea del Sud "colpiscono più duramente" se il petrolio raggiunge i 100 dollari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *