Formula 1: Sergio Perez vince mentre la Red Bull torna a dominare

La vittoria della Red Bull nel Gran Premio dell’Azerbaigian di domenica è l’unica cosa in dubbio dopo 10 round. Ma anche questo non è un concorso alla fine.

Sergio Perez ha superato sia il campo che il suo compagno di squadra Max Verstappen vincendo domenica a Baku. La vittoria è stata la seconda della stagione di Perez – Verdstappen ha vinto gli altri due eventi – e ha segnato la terza volta in quattro gare che le vetture della Red Bull sono passate prima e seconda.

I risultati hanno lasciato pochi dubbi sul vantaggio della Red Bull su ogni altra squadra in Formula 1 in questa stagione, essendo stata più veloce in prova, in qualifica e la domenica.

“Ci siamo spinti al massimo oggi”, ha detto Perez. “Entrambi abbiamo sbattuto contro il muro un paio di volte. Ci siamo spinti là fuori. Max mi ha spinto davvero forte ma siamo riusciti a tenerlo sotto controllo.

Charles Leclerc della Ferrari ha vinto il premio di consolazione battendo Fernando Alonso dell’Aston Martin al terzo posto, il primo podio dell’anno di Leclerc. Ma entrambi sono stati ben battuti dalla Red Bull. Ancora.

Quasi istantaneamente. Il Leclerc della Ferrari è partito dalla pole position ma ha ammesso di non essere riuscito a mantenere il comando a lungo. Lui aveva ragione.

Verstappen lo ha superato al quarto giro. Perez ha superato Leclerc tre giri dopo. A quel punto, l’unica domanda era quale Red Bull avrebbe vinto. La prima apparizione della safety car – dopo un pit di Verstappen – ha permesso a Perez di ribaltare l’ordine e prendere il comando, e la gara non è mai stata serrata.

READ  L'Iran sequestra una petroliera mentre gli Stati Uniti sequestrano una petroliera

Per la seconda gara consecutiva, la Formula 1 ha evitato la tragedia poiché le persone sono scese in pista prima della fine della gara.

In Australia, i fan hanno scavalcato e sono scivolati attraverso le fessure della recinzione per accedere alla pista, anche se le auto stavano ancora girando a tutta velocità. Domenica, la paura è arrivata nella corsia dei box, dove fotografi, membri dell’equipaggio e funzionari della sicurezza si sono riversati dall’area del box per guardare Perez e Verstappen tagliare il traguardo.

Il problema era che Esteban Ocon di Alpine ha provato a rientrare ai box nell’ultimo giro e quando la sua macchina ha svoltato l’angolo ha inseguito tutti per mettersi in salvo.

  • Charles Leclerc, a caccia della Red Bull: “Onestamente, la sensazione è un po’ migliore, ma quando guardo il divario, abbiamo ancora molto lavoro da fare”.

  • Verstappen, costantemente il secondo classificato più infelice del mondo: “Continui a imparare. Non può essere sempre perfetto. “

  • Perez, sul restringimento della corsa a punti: “Siamo riusciti a mantenere la pressione su Max”.

5 marzo: Gran Premio del Bahrein. Successo: Max Verstappen

19 marzo: Gran Premio dell’Arabia Saudita. Successo: Sergio Perez

2 aprile: Gran Premio d’Australia. Successo: Max Verstappen

30 aprile: Gran Premio dell’Azerbaijan. Successo: Sergio Perez

7 maggio: La Formula 1 prende la prima delle tre tappe negli Stati Uniti al Gran Premio di Miami Autodromo internazionale di Miami.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *