Francis Scott Key: Il ponte di Baltimora crolla dopo l'impatto di una nave portacontainer

BALTIMORA (AP) – Una nave portacontainer si è schiantata contro un importante ponte a Baltimora martedì mattina presto, rompendolo in diversi punti e affondando nel fiume sottostante. Diversi veicoli si sono tuffati nelle acque gelide, i soccorritori inizialmente hanno cercato almeno sette persone.

Due persone sono state tirate fuori dall'acqua sotto il Francis Scott Key Bridge, una delle quali in condizioni critiche, secondo il capo dei vigili del fuoco di Baltimora James Wallace.

Secondo un video pubblicato su X, precedentemente noto come Twitter, il mercantile sembrava aver colpito uno dei pilastri del ponte nel cuore della notte, quando il traffico era previsto. La nave ha preso fuoco e ne è uscito un denso fumo nero.

“Non pensi di voler vedere, vedere fisicamente, un ponte crollato in quel modo. Sembrava uscito da un film d'azione”, ha detto il sindaco di Baltimora Brandon Scott, che lo ha definito “incredibilmente tragico”.

Il capo dei vigili del fuoco ha detto che le autorità stanno “cercando sette persone”, ma ha detto che il numero potrebbe cambiare. Non è chiaro se i due soccorsi fossero compresi tra i sette.

Il sonar ha indicato che i veicoli erano in acqua a circa 47 gradi Fahrenheit (8 gradi Celsius) martedì mattina presto. Secondo un galleggiante Raccoglie dati per la National Oceanic and Atmospheric Administration.

In precedenza, il direttore delle comunicazioni dei vigili del fuoco di Baltimora, Kevin Cartwright, aveva dichiarato all'Associated Press che in quel momento sul ponte c'erano diversi veicoli, incluso uno delle dimensioni di un autotreno.

Ha definito il crollo un “evento di vittime di massa crescente”, anche se all'epoca non sapeva quante persone fossero state colpite.

READ  L'S&P 500 è entrato in un mercato rialzista. La storia ci dice cosa succede dopo

Cartwright ha aggiunto che del carico era sospeso al ponte che attraversava il fiume Patapsco all'ingresso del trafficato porto. Il fiume conduce al porto di Baltimora, un importante centro marittimo sulla costa orientale. Inaugurato nel 1977, il ponte prende il nome dall'autore di “The Star-Spangled Banner”.

Il governatore del Maryland Wes Moore ha dichiarato lo stato di emergenza e ha detto che stava lavorando per mobilitare le risorse federali. Sul posto era presente anche l'FBI.

Synergy Marine Group – che possiede e gestisce la nave, conosciuta come “Dally” – ha confermato che la nave si è schiantata contro il molo del ponte con due piloti ai comandi intorno all'1:30. Tutti i membri dell'equipaggio, compresi i piloti, sono stati ritrovati e non ci sono stati feriti.

Da un punto di osservazione vicino all'ingresso del ponte, i resti frastagliati della sua struttura in acciaio sporgevano dall'acqua.

Secondo Marine Traffic e Vessel Finder, la nave DALI era in rotta da Baltimora, Sri Lanka, a Colombo. La stazione radio WTOP ha riferito che la nave batteva bandiera di Singapore, citando il sottufficiale Matthew West della guardia costiera di Baltimora.

Nel 2001, un treno merci che trasportava materiali pericolosi deragliò e prese fuoco in un tunnel nella città di Baltimora, sputando fumo nero nei quartieri circostanti e costringendo le autorità a chiudere temporaneamente tutte le principali strade della città.

___

Questa storia è stata corretta per riflettere che la nave non sembrava essere affondata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *