martedì, 3 Agosto, 2021

Gravina, la Lega Pro, gli stadi e il Recovery Fund

Il presidente della Figc Gabriele Gravina (nella foto), durante il convegno organizzato da Icom per presentare il progetto di Lega Pro (alla presenza del presidente Francesco Ghirelli) e Sportium sul piano per lo sviluppo innovativo e strategico degli stadi, ha dichiarato: “Due asset fondamentali per contribuire al rilancio economico e sociale del paese sono rappresentati dai settori giovanili e dalle infrastrutture”:

Gravina ha successivamente aggiunto: “Dobbiamo partire da qui perché il quadro generale non è particolarmente confortante. Noi ci siamo posti il problema e qualcosa le nostre piccole iniziative hanno smosso, ma senza un ricorso a un provvedimento come il Recovery plan corriamo il rischio per impiegare decenni per piccole sfumature di innovazione all’interno delle nostre infrastrutture”.

Non so se il Recovery plan sarà in grado da solo di generare quell’effetto positivo che tutti si aspettano – conclude il numero uno della Federcalcio -. Dobbiamo dare spunti in più e come mondo federale dobbiamo ingegnarci in rapporti più operativi e pragmatici con l’Istituto di Credito Sportivo e interfacciarci ancora di più con le forze politiche del nostro Paese”.

DI Redazione

La Redazione di Cuorigialloblu si occupa della gestione degli articoli pubblicati dai propri Redattori, e presta attenzione a tutto quanto ruota attorno ai colori gialloblu

Leggi anche

Serie C, il Coni esclude quattro club. Solo la Paganese resta in Lega Pro

Il Collegio di Garanzia del Coni (nella foto) ha bocciato il ricorso del Chievo Verona, …