I colloqui sul tetto del debito si interrompono e gli attacchi si intensificano con l’avvicinarsi della scadenza

Gli assistenti di Biden hanno affermato di aver visto una concessione chiave proponendo al Congresso di mantenere piatta la spesa per la difesa, così come i programmi interni tra cui aiuti per l’alloggio, istruzione e ricerca scientifica. La Casa Bianca – che ha cercato aumenti maggiori aumentando le tasse all’inizio di quest’anno – ha affermato che l’adeguamento sostituirà un taglio a causa dell’inflazione anno su anno.

Ma i negoziatori del GOP hanno respinto l’offerta, spingendo invece per un aumento della spesa per l’esercito, l’assistenza ai veterani e la sicurezza delle frontiere. Per soddisfare la richiesta del GOP di ridurre la spesa complessiva, i conseguenti tagli alla spesa interna dovrebbero aumentare drasticamente fino a quelli che la Casa Bianca considererebbe livelli “gravi”.

I repubblicani hanno affermato che i colloqui alla Casa Bianca – guidati dai migliori membri dello staff di Biden – hanno cambiato le loro prospettive mentre il presidente era al vertice del G-7 in Giappone.

“Sfortunatamente, la Casa Bianca è tornata indietro”, ha detto sabato McCarthy ai giornalisti al Campidoglio. “Vogliono davvero spendere più soldi di quelli che abbiamo speso quest’anno. Non possiamo permettercelo. Sappiamo tutti quanto sia grande questo deficit.

La Casa Bianca ha respinto la richiesta e ha acuito i suoi attacchi alla posizione del GOP. I membri dello staff sono stati in gran parte silenziosi durante i negoziati, ma sabato hanno inviato una serie di dichiarazioni e note politiche, senza menzionare come l’insistenza di McCarthy nel proteggere i tagli fiscali dell’era Trump avrebbe aggiunto 3,5 trilioni di dollari per aiutare le ricche e gigantesche società. debito.

READ  L'FBI ha perquisito l'ufficio dell'ex think tank di Biden a novembre

“Il comitato del relatore ha fatto un grande passo indietro sul tavolo e ha una serie di richieste profondamente partigiane che non passeranno mai da entrambe le camere del Congresso”, ha detto in una nota la portavoce della Casa Bianca Karine Jean-Pierre.

“È solo una leadership repubblicana della sua fazione MAGA – non il presidente o la leadership democratica – che minaccia di riportare la nostra nazione alla normalità per la prima volta nella nostra storia se le richieste estreme di parte non saranno soddisfatte”.

Quando i negoziati si sono bloccati all’inizio della scorsa settimana, Biden e McCarthy hanno deciso di dare al personale l’autorità di trattare con il presidente mentre è all’estero. Quei colloqui hanno fatto progressi per giorni prima di interrompersi venerdì.

Nonostante le obiezioni della Casa Bianca, McCarthy ha insistito affinché i negoziati sul bilancio fossero abbinati a un voto sull’aumento del tetto del debito della nazione.

Ora che i negoziati sembrano bloccati, cresce la preoccupazione che un accordo non venga raggiunto prima della scadenza del 1 giugno, quando il segretario al Tesoro Janet Yellen ha dichiarato di non poter garantire che il governo degli Stati Uniti sarà in grado di pagare tutti i suoi conti dopo quella data. . Un potenziale default farebbe precipitare gli Stati Uniti in una recessione e fagocitare l’economia globale.

I dettagli dell’ultima offerta della Casa Bianca sono stati riportati per la prima volta dal Washington Post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *