Il BJP di Modi ha concesso elezioni statali cruciali in una rara sconfitta elettorale

Il partito al governo Bharatiya Janata ha perso il controllo di uno stato chiave del sud a favore dell’Indian National Congress in un’elezione attentamente seguita, una rara battuta d’arresto politica per il primo ministro Narendra Modi un anno prima di un referendum nazionale.

I risultati preliminari rilasciati dalla Commissione elettorale indiana sabato alle 20:00 hanno mostrato che il Congresso ha vinto o guidato in 136 dei 224 seggi per le elezioni nell’assemblea dello stato del Karnataka.

Il BJP ha vinto o era in testa con 65 seggi, affermando che il Congresso potrebbe formare il governo senza un’alleanza.

Il Karnataka è uno degli stati più ricchi dell’India ed è il centro tecnologico di Bangalore. Questa sconfitta significa che il BJP perderà il suo unico stato al potere nel sud del paese.

Modi ha condotto una campagna privatamente una settimana prima dei sondaggi di mercoledì, che sia il BJP che il Congresso hanno descritto come strategicamente importanti. I candidati di entrambi i partiti hanno sollevato questioni di religione, casta, economia e corruzione.

“Non importa quanto ci abbiamo provato, non siamo riusciti a segnare [that] Presentato da tutti, dal nostro Primo Ministro ai lavoratori”, ha detto il primo ministro del Karnataka BJP Basavaraj Pumya nei commenti trasmessi online sabato, ammettendo la sconfitta.

I risultati daranno un grande impulso al Congresso, che è stato il partito politico dominante in India per decenni prima di essere schiacciato dal BJP nelle elezioni nazionali del 2014 e del 2019.

Un alto funzionario del Congresso ha attribuito il successo del partito alla campagna sulle questioni locali.

“Il primo ministro ha instillato la divisione e ha cercato la polarizzazione”, ha detto il segretario generale del Congresso Jairam Ramesh, responsabile delle comunicazioni. ha scritto su Twitter. Il Karnataka ha votato per il Bengaluru Engine, che collega la crescita economica con l’armonia sociale.

READ  Padma Lakshmi si dimette da "Top Chef" dopo 17 anni

Modi, insieme al suo primo vice e ministro degli Interni Amit Shah e altri funzionari, ha fatto una campagna con le proprie forze per consegnare un governo “a doppio motore” in Karnataka, con il BJP al potere sia a Nuova Delhi che a Bangalore.

Prima delle elezioni, il governo dello stato del BJP ha cancellato la riserva del 4% sotto la quota di posti di lavoro di azione affermativa per i musulmani di minoranza e l’ha riallocata ad altri due gruppi arretrati in una mossa per fare appello alla sua base nazionalista indù. I musulmani costituiscono il 13 per cento della popolazione del Karnataka.

Un analista ha affermato che il risultato è stato una chiara vittoria per il Congresso, ma la maggior parte dei guadagni del partito sembrava essere avvenuta a spese del terzo partito più grande, il Janata Dal (laico), davanti al BJP.

Lo scrittore e giornalista di Bangalore Sukatha Srinivasaraju ha dichiarato: “Questa è una vittoria decisiva per il Congresso”. “Ma non approfondisco questo, non direi che il 2024 sarà simile perché il BJP sembra aver mantenuto la sua quota di voti”.

Il Congresso ha descritto i sondaggi del Karnataka, insieme ad altre imminenti elezioni statali, come un trampolino di lancio per ricostruire la sua base a livello nazionale.

Segnalazione aggiuntiva di Jyotsna Singh a Nuova Delhi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *