Il giudice Alito afferma di avere una “buona idea” su chi c’era dietro il progetto di opinione trapelato sull’aborto

(CNN) Il giudice Samuel Alito ha detto di avere una “buona idea” su chi fosse il responsabile. Espressione inedita di un progetto di concetto La decisione della Corte Suprema dello scorso anno, Roe v.

UN Colloquio In un articolo di opinione pubblicato venerdì dal Wall Street Journal, Alito ha respinto l’idea che la bozza fosse trapelata da uno dei cinque giudici conservatori nella maggioranza della sentenza.

“Mi dà fastidio”, ha detto Alito della speculazione. “Senti, questo ci ha reso bersagli per l’assassinio. Lo farei io stesso? Lo faremmo noi cinque? È incredibile.”

In un’intervista a metà aprile, ha ammesso di non avere prove di chi ci fosse dietro la fuga di notizie, solo per nominare la persona che pensava fosse responsabile. L’opinione finale che ha ribaltato Roe in Dobbs v. Jackson Women’s Health System è stata in gran parte tracciata con la bozza.

“Faceva parte di uno sforzo per impedire che la bozza di Dobbs… diventasse la decisione della corte”, ha detto Alito. “È stato utilizzato da estranei per quelle sei settimane, come parte di una campagna per cercare di intimidire la corte”.

Alito, come altri giudici, ha condannato la fuga di notizie. In una dichiarazione rilasciata a gennaio, la Corte Suprema lo ha definito un “grave attacco al processo giudiziario”.

Rapporto pubblicato con una versione pubblica del rapporto Riassume l’indagine sulla fuga di notizie del maresciallo di corte Gail Curley. Il comunicato afferma che la squadra investigativa “non è stata in grado di identificare la persona responsabile alla luce delle prove fino ad oggi”.

READ  La crisi della Southwest Airlines peggiora, lasciando i passeggeri bloccati

La politica è stata pubblicata Progetto all’inizio di maggioLa corte ha emesso il suo parere finale alla fine del suo mandato diverse settimane fa.

In recenti commenti al Journal, Alito ha affermato che Marshall “ha fatto un buon lavoro con le risorse a sua disposizione” e ha riconosciuto la sua decisione di non identificare pubblicamente un criminale. Ha condannato le minacce e l’ostilità di fronte alla corte, compreso il tentato assassinio del giudice Brett Kavanagh la scorsa estate.

Nelle interviste, Alito ha preso a pugni coloro che, secondo lui, hanno criticato la corte “irragionevolmente” e ha inveito su come alcune sacche della professione legale svolgano un ruolo nel criticare l’alta corte piuttosto che difenderla.

“L’idea è sempre stata che i giudici non dovrebbero rispondere alle critiche, ma quando i tribunali vengono attaccati ingiustamente, l’ordine degli avvocati viene in loro difesa”, ha detto, “e semmai, hanno partecipato ad alcuni di questi attacchi”.

Alito ha rifiutato il controllo pubblico sul fatto che il giudice Clarence Thomas fosse soggetto a errori etici, ma ha difeso la gestione delle accuse di Cavanagh secondo cui ha aggredito sessualmente un’adolescente come studentessa delle superiori durante il processo di conferma.

“Dopo che il giudice Kavanagh è stato accusato di essere uno stupratore durante le sue udienze di conferma al Senato, ha tenuto un discorso emozionante, ha fatto una scenata emozionante ed è stato criticato perché non era giusto, e non è un comportamento appropriato per un giudice pronunciare quelle parole . Non lo so — se qualcuno ti chiama uno stupratore. ?” Alito ha detto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *