Il premier cinese, cercando di rilanciare l’economia, afferma che l’Occidente sta seminando divisioni

TIANJIN, Cina – Martedì il premier cinese Li Keqiang ha accusato l’Occidente di “seminare divisioni e conflitti”, criticando appena velatamente Washington mentre cercava di presentare il suo paese come una potenza mondiale responsabile e un campione della globalizzazione.

Parlando all’apertura dell’incontro annuale dei nuovi campioni del World Economic Forum a Tianjin – a volte chiamato “Summer Davos” – Li ha lavorato per creare un contrasto tra il suo paese e “alcune persone in Occidente”, che, ha detto, politicizzano. Questioni economiche in un momento in cui l’economia globale ha più bisogno di scambio e cooperazione.

“Le barriere invisibili erette da pochi negli ultimi anni si sono diffuse, spingendo il mondo nella divisione e nel conflitto”, ha detto Li.

Era la prima volta che l’evento si teneva di persona prima della pandemia e la prima volta di Lee al centro della scena. Li, un ex capo del Partito comunista cinese a Shanghai che è diventato primo ministro a marzo, è vicino a Xi Jinping, il leader più potente della Cina da decenni.

Tra i partecipanti c’erano i primi ministri di Nuova Zelanda, Vietnam e Barbados, nonché il direttore generale dell’Organizzazione mondiale del commercio, Ngozi Okonjo-Iweala.

“La retorica di alcune persone negli ultimi anni ha alimentato il pregiudizio ideologico e l’odio e, di conseguenza, stiamo assistendo ad assedi e misure repressive”, ha detto Li al forum, che durerà fino a giovedì.

Biden definisce Xi un dittatore; Pechino ha definito il commento una “provocazione”

I suoi commenti sono arrivati ​​dopo che gli Stati Uniti e le altre nazioni del Gruppo dei Sette si sono impegnate a ridurre l’esposizione alla Cina, la seconda economia più grande del mondo, affermando che le pratiche commerciali della Cina stavano “distorcendo l’economia globale”.

READ  Elon Musk ha fatto causa a Twitter per $ 136.260 di affitto non pagato dopo l'acquisizione | Cinguettio

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha usato per la prima volta il linguaggio “riduzione del rischio, non disaccoppiamento” nel gennaio di quest’anno.

Li mirava direttamente alla strategia di riduzione del rischio, un termine che secondo i funzionari statunitensi significa la volontà di ridurre le dipendenze rischiose.

“Se c’è un rischio in un particolare settore, le imprese sono in una posizione migliore per valutare tale rischio. I governi … non dovrebbero esagerare ed estendere il concetto di rischio per renderlo uno strumento ideologico”, ha affermato il Primo Ministro.

Durante una visita a Pechino la scorsa settimana, il segretario di Stato del paese Anthony Blinken ha affermato che gli Stati Uniti non stanno cercando di “contenere” la Cina economicamente, ma stanno cercando di assicurarsi che non vendano tecnologie specifiche alla Cina che potrebbero essere utilizzate contro gli interessi statunitensi. Le armi nucleari di Pechino oi programmi missilistici ipersonici.

Il segretario al Tesoro Janet L. dovrebbe visitare Pechino la prossima settimana. La Yellen ha fatto eco a questo, dicendo che il disimpegno sarebbe stato “disastroso” e che gli Stati Uniti volevano solo rendere la relazione “rischiosa”.

Ma la Cina vede tali sforzi come parte di un piano degli Stati Uniti per contenere la sua ascesa, e gli sforzi di pressione esterna si sono bloccati per Pechino mentre lotta per riavviare un’economia guidata dai consumatori dopo tre anni di politiche “zero Covid” in stallo.

Le stime per la crescita della Cina quest’anno vanno dal 4,4% a oltre il 6%. Martedì S&P Global ha tagliato le sue previsioni di crescita per la Cina al 5,2% dal 5,5%.

READ  La nave cargo SpaceX Dragon decolla dalla stazione spaziale per tornare sulla Terra

La debole spesa dei consumatori – su tutto, dai gadget alle automobili – e le lente vendite immobiliari hanno stimolato la crescita subito dopo la fine delle restrizioni zero-covid a dicembre, che ora sta perdendo slancio.

Durante i tre giorni di vacanza del Dragon Boat Festival lo scorso fine settimana, il numero di viaggi effettuati e l’importo speso per essi sono stati inferiori rispetto al 2019 prima della pandemia, secondo i dati ufficiali.

Alcuni esperti di un think tank del governo cinese hanno invitato il governo a emettere buoni del tesoro speciali per sovvenzionare le famiglie a corto di liquidità per tutti gli 1,4 miliardi di persone in Cina.

Il rischio di una grave flessione del mercato immobiliare, i livelli insostenibili del debito pubblico e l’aumento della disoccupazione si aggiungono alle preoccupazioni per l’economia cinese.

La disoccupazione giovanile è particolarmente grave, con il tasso tra i 16 ei 24 anni che ha raggiunto il record del 20% il mese scorso, una cifra secondo gli analisti che non dipinge il quadro completo della disoccupazione.

Il dilemma della Cina: salvare le città piene di debiti o rischiare un default dirompente?

Ma Li, che è responsabile delle politiche economiche della Cina, ha cercato di ripristinare la fiducia nell’economia cinese mentre fatica a riprendersi. Ha detto di essere “assolutamente fiducioso” nelle prospettive economiche del suo Paese e che la Cina è sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo economico di “circa il 5 per cento”.

“La Cina, in quanto grande paese responsabile, si trova dalla parte giusta della storia e dalla parte giusta del progresso”, ha affermato.

Mentre funzionari come Li hanno cercato di sottolineare che la Cina è di nuovo aperta agli affari, i funzionari interni hanno represso le società di consulenza straniere, represso gli imprenditori cinesi e rinnovato la legge sullo spionaggio straniero.

READ  I fan di Oakland A si riuniscono per inviare un messaggio di franchising MLB

I funzionari continuano a monitorare attentamente le informazioni. Lunedì, Wu Xiaobo, un famoso blogger che scrive di finanza, è stato bandito dal sito Sina Weibo per aver pubblicato “informazioni negative e dannose” sulle politiche economiche cinesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *