Il primo paziente sottoposto a trapianto di rene suino torna a casa dall'ospedale



CNN

Rick Slayman, il primo sopravvissuto al mondo a un trapianto di rene di maiale geneticamente modificato, è stato dimesso dall'ospedale mercoledì due settimane dopo l'operazione, ha dichiarato in una nota il Massachusetts General Hospital. “Si sta riprendendo bene e continuerà a riprendersi a casa con la sua famiglia”, ha detto l'ospedale disse A X, precedentemente Twitter.

UN Rapporto Dimesso dall'ospedale, Slayman ha detto: “Questo momento – lasciare l'ospedale oggi con uno dei conti di salute più puliti che ho avuto da molto tempo – è qualcosa che desideravo da anni a venire. Ora è una realtà e uno dei momenti più felici della mia vita.”

Slayman, un manager di 62 anni del Dipartimento dei trasporti del Massachusetts, in precedenza aveva detto che i suoi medici gli avevano consigliato di provare i reni di maiale quando gli era stata diagnosticata una malattia renale allo stadio terminale l'anno scorso.

I suoi medici hanno detto il mese scorso che pensavano che il nuovo rene di Sleman sarebbe durato per anni, ma hanno riconosciuto che ci sono molte incognite nei trapianti da animale a uomo.

Il suo intervento è il terzo a trapiantare l'organo di un maiale in un essere umano vivente. I primi due trapianti riguardavano cuori trapiantati in pazienti vivi che non avevano altre opzioni di trapianto. Gli organi venivano trapiantati secondo regole speciali che consentivano l’uso compassionevole di trattamenti sperimentali per pazienti in circostanze particolarmente terribili. Entrambi i pazienti sono morti settimane dopo aver ricevuto i loro organi.

Slayman ha detto di essere grato per la risposta al suo intervento chirurgico, soprattutto da parte di altri pazienti in attesa di trapianto di rene.

READ  Tesla ha alzato i prezzi negli Stati Uniti dopo il sesto taglio di quest'anno

La richiesta di organi supera il numero disponibile. Ogni giorno negli Stati Uniti 17 persone aspettano un organo. I reni sono l’organo meno fornito. Secondo l’Organ Procurement and Transplantation Network, nel 2023 sono stati trapiantati circa 27.000 reni, ma c’erano quasi 89.000 persone in lista d’attesa per quegli organi.

“Oggi segna un nuovo inizio non solo per me, ma anche per loro”, ha detto Slayman nel comunicato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *