Il tenente della polizia di Washington DC è stato accusato di aver avvertito il moccioso Enrique Dario dell’arresto

WASHINGTON – Un tenente del dipartimento di polizia metropolitana che sovrintendeva alla divisione investigativa della polizia di Washington, D.C., è stato incriminato questa settimana, il 16 gennaio 2018. 6 Prima dell’attacco, l’ex leader dei Proud Boys, Enrique Dario, è stato accusato di aver emesso un mandato d’arresto in sospeso. capitale americana.

Dario, ex leader dei Proud Boys, è stato recentemente accusato di cospirazione per tradimento in relazione all’attacco al Campidoglio insieme ad altri membri del gruppo di estrema destra. Dario non era a Washington il 6 gennaio dopo il suo arresto per aver bruciato uno striscione di Black Lives Matter perché bandito dalla città da un giudice il giorno prima dell’attacco.

Shane Lamont, 47 anni, lo era Accusato L’ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il Distretto di Columbia ha dichiarato venerdì che è stato accusato di ostruzione alla giustizia e tre accuse di false dichiarazioni. Un gran giurì federale ha incriminato Lamont con l’accusa di aver ostacolato un’indagine sull’incendio di uno striscione quando i Proud Boys hanno vagato per le strade di Washington per una manifestazione pro-Trump il 12 dicembre 2020.

Tra luglio 2019 e gennaio 2021, Dario e Lamont sono stati addebitati “almeno 500 volte utilizzando servizi di messaggistica basati su cloud, tra cui Google Voice, Apple iMessage e Telegram, un’app di messaggistica crittografata”. Hanno inviato circa 145 messaggi utilizzando una funzione di chat segreta su Telegram che avrebbe causato la scomparsa dei messaggi, sostiene l’accusa, aggiungendo che “almeno 101 di questi messaggi sono stati distrutti”.

Lamont stava parlando con Dario dello striscione Dario ha consigliato le indagini e che era un’altra unità del dipartimento di polizia, cercando di convincerli che i Pride Boys non erano razzisti, ha detto l’accusa.

READ  Il bombardamento ucraino del villaggio russo uccide due, Gov | Notizie sulla guerra Russia-Ucraina

“Ho detto loro che voi ragazzi siete composti da molti latini e neri, quindi il razzismo non ha importanza. Se dico qualcosa è politico, ma ho notato che Trump e le bandiere americane sono state prese e bruciate da Antifa”, ha scritto Lamont. In un messaggio in atto d’accusa. “Ho detto che anche loro dovrebbero essere classificati come crimini d’odio”.

Lamont ha inviato un messaggio simile a un ufficiale della polizia del Campidoglio degli Stati Uniti, anch’egli citato nell’accusa, il quale ha affermato di aver detto ai suoi colleghi che se avessero accusato Dario di odio, avrebbero dovuto accusarlo di quello che ha definito “odio antifa”. crimini.” (Non esiste una legge federale che renda gli attacchi a sfondo politico un crimine di odio, ma la legge di Washington lo fa. permettere Aumentare la pena in caso di condanna interna sulla base del “legame politico della vittima”.

Il gran giurì ha affermato che Dario ha trasmesso le informazioni ricevute da Lamont sul suo mandato in sospeso a un’altra persona su un volo da Miami all’area di Washington il 4 gennaio 2021. Dario è stato arrestato lo stesso giorno in cui è arrivato a Washington.

Dopo l’attacco del 6 gennaio, Lamont e Dario sono rimasti in contatto, con Dario che ha detto a Lamont che pensava che “avrebbe potuto fermare tutto questo”, secondo un altro messaggio relativo all’attacco al Campidoglio.

Lamont ha detto l’8 gennaio che sperava che nessuno dei Pride Boys venisse arrestato, secondo l’accusa.

“Ovviamente non posso dirlo ufficialmente, ma personalmente sostengo tutti voi e non voglio vedere il nome o la reputazione del vostro gruppo trascinati nel fango”, ha detto nel messaggio.

READ  Il G7 annuncerà il pacchetto di sicurezza a lungo termine per l'Ucraina al vertice della NATO

Lamont sarà chiamato in giudizio venerdì davanti al giudice magistrato degli Stati Uniti Zia Faruqi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *