sabato, 31 Luglio, 2021

In C rischio penalizzazioni?

Tutte le società aventi diritto hanno depositato la domanda di iscrizione al campionato di Serie C 2018-19 entro la scadenza perentoria del 30 giugno. Il fatto è che almeno sei club, secondo quanto è dato sapere, non hanno allegato la garanzia fideiussoria.

Si tratta di cinque società in grave crisi economica (Cuneo, Fidelis Andria, Juve Stabia, Mestre e Reggiana), alle quali si è aggiunto anche il Pro Piacenza (salvato per il rotto della cuffia dalla cancellazione grazie al provvidenziale trasferimento delle quote alla Seleco).

In quanto alla Lucchese, la cui situazione societaria si sta rivelando piuttosto opaca, ha presentato la garanzia ma non ha pagato gli stipendi ai dipendenti fino a maggio.

Ma sarà finita qui? La situazione è sempre più fluida. Conosceremo lo stato reale delle cose solo il 5 luglio, quando la Lega di Firenze e la Covisoc ufficializzeranno le situazioni carenti sotto i vari profili di responsabilità amministrativa rispetto al rilascio delle Licenze Nazionali.

Molti club inizieranno il campionato con punti di penalizzazione comminati a diverso titolo e in situazione economica precaria Le classifiche dei raggruppamenti nei quali verranno inseriti saranno squilibrate già in partenza. Un torneo, quello di Serie C, che mette sempre la stessa angoscia e che appare falsato prima ancora di cominciare.

Con buona pace per la lealtà sportiva e il rispetto delle regole.

DI Sergio Mutolo

Innamorato da una vita della Viterbese, prova a tenere viva in rete la 'grande 'storia del club'. Direttore responsabile di Calciopress su Cuori Gialloblu si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare riferimento alla Serie C, sempre dal punto di vista dei tifosi.

Leggi anche

Serie C, il Coni esclude quattro club. Solo la Paganese resta in Lega Pro

Il Collegio di Garanzia del Coni (nella foto) ha bocciato il ricorso del Chievo Verona, …