venerdì, 13 Dicembre, 2019

Iscrizioni, la C cambia tutto

Sotto la spinta del presidente della Figc Gabriele Gravina, ex numero uno della Lega di Firenze, cambia totalmente il sistema delle Licenze Nazionali in Serie C.

Entro il 24 giugno – non più entro il 30 giugno come accadeva nelle stagioni precedenti –  i club aventi diritto dovranno presentare l’iscrizione corredata da tutta la documentazione, gli assegni e soprattutto le fideiussioni previste dalla normativa federale.  

Il meccanismo dei ricorsi di inizio luglio è stato congegnato in modo da basarsi esclusivamente sulla documentazione prodotta entro la scadenza del 24 giugno. Non sarà pertanto più consentito integrare la documentazione o presentare la fideiussione in ritardo, come purtroppo è ripetutamente accaduto durante gli ultimi anni.

Ciò significa che, dopo lustri di sofferenze e di penalizzazioni a go-go già all’atto dell’iscrizione, tutte le squadre partiranno alla pari ovvero da zero punti e senza segni meno in classifica.

Saranno infine introdotte ulteriori norme restrittive in rapporto al versamento degli emolumenti e dei contributi. I club che salteranno un pagamento e non lo salderanno entro un tempo determinato, saranno esclusi dal  calciomercato. Le società recidive saranno escluse dal campionato.

calciopress

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Serie C, scadenze Covisoc del 16/09/2019

Ai sensi del Manuale delle Licenze Nazionali le società devono, entro il termine del 16 …