La Corte Suprema consente alla Louisiana di utilizzare la mappa del Congresso con il secondo distretto a maggioranza nera

WASHINGTON – Mercoledì la Corte Suprema ha aperto la strada alla Louisiana per utilizzare una mappa del Congresso nelle elezioni di quest’anno che includa due distretti a maggioranza nera.

La corte ha accolto le mozioni di emergenza presentate da un’improbabile coalizione di funzionari statali repubblicani e gruppi per i diritti civili che chiedevano all’alta corte di bloccare una sentenza della corte inferiore che invalidava la mappa disegnata più recentemente. I funzionari statali hanno affermato che devono finalizzare la mappa entro mercoledì per rispettare le scadenze burocratiche ed evitare “interruzioni”.

Gli elettori neri storicamente hanno votato per i democratici, e una mappa con due distretti a maggioranza nera darebbe loro la possibilità di ottenere un seggio che potrebbe aiutarli a riprendere il controllo della Camera dei Rappresentanti, strettamente divisa.

I tre giudici liberali della corte dissentirono dal giudice Ketanji Brown-Jackson scrivere Il governo è ancora in tempo per elaborare una road map che affronterà le varie questioni giuridiche sollevate. 6-3 in campo Maggioranza conservatrice.

“C’è poco rischio di confusione tra gli elettori con una nuova mappa imposta finora dalle elezioni di novembre”, ha scritto Jackson.

I giudici liberali si sono opposti in casi precedenti, spesso in modi a vantaggio dei repubblicani, quando la corte ha agito per bloccare le modifiche alle mappe distrettuali o alle leggi elettorali durante un anno elettorale.

Divisioni interne sono scoppiate su tale questione durante il tribunale nel 2022 bloccato Invalida le mappe dei distretti congressuali in Alabama.

Poi, il giudice conservatore Brett Kavanagh Ha difeso l’azioneHa detto che “le regole della strada dovrebbero essere chiare e stabilite in un anno elettorale” come “principio fondamentale” della legge elettorale.

READ  Sergei Shoigu: Putin sostituisce il ministro della Difesa russo con un civile nel mezzo della furia della guerra in Ucraina e delle spirali della spesa per la difesa.

La maggioranza non ha spiegato le ragioni della decisione di mercoledì.

La mappa della Louisiana è stata oggetto di un intenso contenzioso sin dall’originale tentativo dello stato di un gerrymander razziale. Utilizzando la mappa originale della legislatura, i repubblicani hanno vinto cinque dei sei distretti nelle elezioni del 2022.

Quella mappa è stata successivamente ridisegnata dopo che la Corte Suprema ha inaspettatamente rafforzato il Voting Rights Act federale la scorsa estate, consentendo l’utilizzo di una mappa simile in Alabama nel 2022 che discriminava gli elettori neri.

Ma dopo che la nuova mappa della Louisiana fu disegnata, un nuovo gruppo di querelanti descritti nei documenti del tribunale come “non afroamericani” presentò un ricorso legale, sostenendo che violava il 14° emendamento della Costituzione, che garantisce che la legge si applichi equamente a tutti. Quei ricorrenti sostenevano che ottenere un secondo distretto a maggioranza nera era una forma di discriminazione contro gli elettori non neri.

Un tribunale federale ha cancellato la nuova mappa, ma i funzionari statali hanno detto alla Corte Suprema che con il tempo che stringe per finalizzare i distretti congressuali prima delle elezioni di quest’anno, era necessario “evitare confusione e confusione”.

I querelanti nella nuova causa affermano che la scadenza dello Stato è “irrimediabilmente arbitraria” perché non ci sono elezioni primarie di primavera.

La Louisiana non ha elezioni primarie tradizionali come gli altri stati; Invece, tutti i candidati compariranno nella votazione del giorno delle elezioni.Foresta primaria.” Lo stato ha recentemente modificato le sue leggi elettorali per introdurre primarie di partito simili a quelle di altri stati nel 2026.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *