La Russia lancia missili, l’Ucraina condanna “l’insensata barbarie”

  • I missili da crociera sono stati lanciati in diverse città: l’aeronautica militare dell’Ucraina
  • L’Ucraina ha abbattuto 54 dei 69 missili
  • 3 feriti in esplosioni a Kiev – Sindaco
  • Il russo Lavrov afferma che il piano di pace ucraino è una “illusione”.

KIEV, 29 dicembre (Reuters) – La Russia ha lanciato una raffica di missili contro l’Ucraina giovedì presto, colpendo la capitale Kiev e altre città dell’ovest, tra cui Lviv e Odessa, in uno dei suoi più grandi bombardamenti aerei, mandando le persone a rifugiarsi. energia

“Barbarie insensate. Queste sono le uniche cose che vengono in mente quando vediamo la Russia lanciare un altro attacco missilistico contro pacifiche città ucraine prima del nuovo anno”, ha twittato il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba.

L’esercito ucraino ha dichiarato di aver abbattuto 54 dei 69 missili lanciati dalla Russia nell’attacco, iniziato alle 7 del mattino ora locale. Le sirene dei raid aerei hanno suonato in tutta l’Ucraina ea Kiev per cinque ore, uno degli allarmi più lunghi della guerra.

I funzionari in precedenza hanno affermato che più di 120 missili sono stati lanciati contro l’Ucraina durante l’attacco.

A Kiev, le riprese di Reuters hanno mostrato squadre di soccorritori che scavano tra le rovine fumanti di case residenziali, dove i missili erano esplosi nel cielo sopra la capitale e pennacchi di fumo.

I vigili del fuoco combattono un grave incendio in una centrale elettrica a Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina.

Nella città centro-meridionale di Zaporizhzhia, le case sono state danneggiate e un missile ha lasciato un grande cratere.

“Mi sono svegliato con tutto che tremava e si schiantava. Mi sono svegliato e ho detto: ‘Vidya, Vidya (mio marito), dove sei?’ Ho corso a piedi nudi sul vetro e lui è apparso e il vetro stava cadendo”, ha detto Halina, una residente locale di 60 anni.

READ  Alimentato dall'intelligenza artificiale nelle app Office di Microsoft

L’esercito ucraino ha affermato che la Russia ha lanciato missili da crociera aerei e marittimi, missili guidati antiaerei e l’ADMS S-300 presso strutture di infrastrutture energetiche nelle regioni orientali, centrali, occidentali e meridionali. Gli attacchi hanno seguito un attacco notturno di droni “kamikaze”.

Un’ondata di attacchi aerei russi negli ultimi mesi contro le infrastrutture energetiche ha lasciato milioni di persone senza elettricità e riscaldamento a temperature spesso gelide.

“Il nemico si è preparato per questo attacco per due settimane e si è impegnato molto in questo attacco. Le forze di difesa aerea ucraine hanno dimostrato un incredibile livello di abilità e competenza”, ha detto il primo ministro ucraino Denis Shmyhal sull’app di messaggistica Telegram.

“Allo stesso tempo, ci sono stati impatti e danni, soprattutto negli impianti energetici. In alcune zone, potrebbero essere utilizzati arresti di emergenza per evitare incidenti nelle reti. I nostri ingegneri elettrici sono già al lavoro per riparare tutto”, ha aggiunto.

L’ultimo sfogo è arrivato bruscamente sullo sfondo del rifiuto del Cremlino di un piano di pace ucraino, insistendo affinché Kiev accettasse l’annessione russa di quattro regioni ucraine.

Difesa aerea

Funzionari di Kiev hanno detto che due case private nel distretto di Darnytsky sono state danneggiate da schegge di missili abbattuti, e un’azienda e un parco giochi sono stati danneggiati. Il sindaco di Kiev, Vitaly Klitschko, ha dichiarato che nell’attacco sono stati abbattuti 16 missili e tre persone sono rimaste ferite.

Il sindaco di Lviv, Andriy Sadovy, ha dichiarato in un telegramma che il 90% della sua città vicino al confine polacco era senza elettricità. I missili hanno danneggiato il settore delle infrastrutture energetiche.

READ  Muore Billy Packer, 82 anni, analista di basket di lunga data delle Final Four

Frammenti di un missile hanno colpito un edificio residenziale nella regione sud-occidentale di Odessa, ma non ci sono state vittime, ha detto il suo governatore, Maxim Marchenko.

Mosca ha ripetutamente negato di aver preso di mira i civili, ma l’Ucraina afferma che i suoi bombardamenti quotidiani stanno distruggendo paesi, città e le infrastrutture elettriche, mediche e di altro tipo del paese.

Da mesi il presidente ucraino Volodymyr Zelensky chiede all’Occidente assistenza per la difesa aerea.

L’agenzia di stampa Belda, gestita dallo stato bielorusso, ha pubblicato giovedì una foto di un missile S-300 ucraino abbattuto in Bielorussia, parti del quale giacevano su un terreno libero.

Minsk stava indagando se i suoi sistemi di difesa aerea hanno abbattuto il razzo o se si è trattato di una mancata accensione. L’incidente è avvenuto in un momento in cui la Russia stava lanciando missili contro l’Ucraina.

In Russia, le forze di difesa aerea hanno abbattuto un drone vicino alla base aerea di Engels, a centinaia di chilometri dalla linea del fronte in Ucraina. La Russia afferma che l’Ucraina ha già tentato di attaccare la base due volte questo mese.

La Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio in quella che il presidente Vladimir Putin ha definito una “operazione militare speciale” per militarizzare il suo vicino. Kiev ei suoi alleati occidentali hanno denunciato le azioni della Russia come un furto di terre in stile imperialista.

La Russia è stata colpita da pesanti sanzioni per la guerra, che ha ucciso decine di migliaia di persone, cacciato milioni di persone dalle loro case, lasciato città in rovina e scosso l’economia globale, facendo salire i prezzi dell’energia e del cibo.

READ  LeBron James e i Lakers potrebbero porre fine alla dinastia dei Warriors

‘Le realtà di oggi’

Non c’è ancora alcuna possibilità di colloqui per porre fine alla guerra.

Zelensky ha promosso attivamente un piano di pace in 10 punti che vedrebbe la Russia rispettare l’integrità territoriale dell’Ucraina e ritirare tutte le sue truppe.

Ma Mosca lo ha respinto mercoledì, ribadendo che Kiev deve accettare quattro oblast – Luhansk e Donetsk a est e Kherson e Zaporizhzhia a sud – per l’annessione russa. Dice anche che l’Ucraina deve accettare la perdita della Crimea, una penisola del Mar Nero annessa dalla Russia nel 2014.

“Con l’ingresso di quattro regioni in Russia, non ci può essere alcun piano di pace che non tenga conto delle realtà odierne riguardanti il ​​territorio russo”, ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

Il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha affermato che l’idea di Zelensky di costringere la Russia a lasciare l’Ucraina orientale e la Crimea con l’aiuto occidentale e costringere Mosca a risarcire Kiev è stata una “illusione”, ha riferito l’agenzia di stampa RIA.

Ulteriori reportage del team di Reuters TV a Zaporizhia e altri uffici Reuters di Alexandra Hudson; Montaggio di Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *