La Virgin Orbit di Richard Branson dichiara bancarotta e cerca un acquirente

WASHINGTON, 4 aprile (Reuters) – La Virgin Orbit Holdings (VORB.O) di Richard Branson ha presentato istanza di fallimento ai sensi del Capitolo 11 martedì dopo che la società di lancio di satelliti non è riuscita a garantire il finanziamento a lungo termine necessario per riprendersi dal fallimento di un razzo di gennaio.

La società con sede a Long Beach, in California, ha presentato istanza al tribunale fallimentare degli Stati Uniti chiedendo al distretto del Delaware di vendere i suoi beni dopo aver annunciato la scorsa settimana che avrebbe licenziato circa l’85% dei suoi 750 dipendenti.

“Riteniamo che il processo del Capitolo 11 rappresenti il ​​percorso migliore per identificare e finalizzare una vendita efficiente e che valorizzi”, ha dichiarato Dan Hart, CEO di Virgin Orbit.

La società aveva circa $ 243 milioni di attività e un debito totale di $ 153,5 milioni a settembre.

Virgin Orbit è diventata pubblica nel 2021 attraverso un assegno vuoto, raccogliendo $ 255 milioni in meno del previsto. Nel 2017, Virgin Orbit, della società di turismo spaziale Virgin Galactic di Branson, ha lanciato razzi dalla parte inferiore di un Boeing (BA.N) 747 modificato per inviare satelliti in orbita.

La strategia di Virgin Orbit è quella di lanciare piccoli razzi da un aereo 747 che consenta lanci con breve preavviso da qualsiasi luogo.

Ma la domanda di razzi di lancio più grandi e viaggi condivisi più convenienti sul razzo Falcon 9 di SpaceX negli ultimi due anni ha aumentato la posta in gioco competitiva di Virgin Orbit, hanno affermato analisti e dirigenti del settore.

La sesta missione di Virgin Orbit a gennaio ha visto il suo razzo centrale LauncherOne, il primo lancio di razzi dalla Gran Bretagna, non riuscire a raggiungere l’orbita e il suo carico utile che ha fatto precipitare nell’oceano i satelliti dell’intelligence statunitense e britannica.

READ  La Florida strappa la LSU, costringendo un gioco 3 per il titolo

La società si è affrettata a trovare nuovi finanziamenti dopo il fallimento del razzo, ha interrotto le operazioni e ha licenziato tutti i suoi dipendenti il ​​15 marzo per risparmiare denaro.

Finanza del gruppo Virgin

Il Virgin Group di Branson, che possiede circa il 75% della casa editrice, ha dichiarato di aver investito più di 1 miliardo di dollari nell’unità da novembre, inclusi 60 milioni di dollari in prestiti garantiti.

Il fondo sovrano di Abu Dhabi Mubadala è stato il secondo maggiore investitore con una partecipazione del 17,9% in Virgin Orbit.

Virgin Investments, un’unità di Virgin Group, fornirà 31,6 milioni di dollari in nuova liquidità a Virgin Orbit attraverso attività di finanziamento attraverso un fondo di capitale di debito, hanno affermato le società.

Nonostante il successo delle sue attività di viaggi e telecomunicazioni, il miliardario Branson è stato associato a diversi fallimenti aziendali di alto profilo in una carriera imprenditoriale dagli anni ’70.

Reuters ha riferito il mese scorso che Matthew Brown, con sede in Texas, era in trattative per investire 200 milioni di dollari nella società. Quei colloqui sono falliti, hanno detto fonti a Reuters la scorsa settimana.

Il valore di mercato di Virgin Orbit era di 65 milioni di dollari sulla base del prezzo di chiusura di lunedì, rispetto agli oltre 3 miliardi di dollari di due anni fa. Martedì le azioni sono scese del 12% nel trading pre-mercato.

La dichiarazione di fallimento di Virgin Orbit ha mostrato che il suo debito maggiore era nei confronti di Arkit Ltd., con sede a Londra, che le doveva quasi 10 milioni di dollari in servizi e depositi dei clienti. Arkith ha rifiutato di commentare quando contattato da Reuters.

READ  L'UE concorda nuove sanzioni alla Russia in occasione dell'anniversario della guerra - DW - 25/02/2023

Nel 2021, Arkit Quantum (ARQQ.O) e Virgin Orbit hanno annunciato un accordo per due lanci di satelliti per fornire servizi di crittografia ai paesi “Five Eyes”: Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Australia e Nuova Zelanda.

Arqit Quantum ha dichiarato a dicembre che stava abbandonando i suoi sforzi di sviluppo satellitare e trovando un modo per fornire una crittografia sicura attraverso una “infrastruttura di terra” non specificata.

Il secondo maggior creditore di Virgin Orbit è la United States Space Force, che ha quasi 6,8 milioni di dollari di depositi per lanci futuri.

La US Space Force, un braccio delle forze armate statunitensi, non ha rilasciato commenti immediati.

Reportage di Joey Rowlett a Washington, Jahnavi Nidumolu a Bangalore e Kevin Grolicki a Singapore; Montaggio di Jamie Freed

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *