lunedì, 23 Novembre, 2020

La Viterbese pensa in grande: piacciono Burrai e Ongenda

Salvatore Burrai e Hervin Ongenda nel mirino dei gialloblu.

La Viterbese prova ad alza davvero l’asticella e segue con attenzione l’ottimo centrocampista sardo, protagonista della cavalcata del Pordenone verso la serie A, e l’ala sinistra francese, di origine congolese, di proprietà del Chievo (ma in scadenza al 31 agosto) e con un curriculum di tutto rispetto.

Burrai, 33 anni, non ha certo bisogno di presentazioni: centrocampista da piede educato e dalle geometrie millimetriche, non è un giocatore di spinta e corsa ma sa far girare magistralmente la squadra e sui calci piazzati è talmente un cecchino che in passato ha impressionato allenatori del calibro di Allegri e Giampaolo. Qualche presenza in serie A da giovanissimo con il Cagliari, poi tanta serie C – con la maglia, tra le altre, di Foggia, Cremonese, Latina, Ternana e Siena – fino all’approdo in B (che aveva già conosciuto col Modena) con il Pordenone, squadra in cui milita da tre anni e con la quale qualche una decina di giorni fa ha sfiorato anche la serie A ai play off, dopo una stagione ad altissimo livello.

È chiaro che la concorrenza per accaparrarsi un giocatore così, come accaduto per Anthony Taugourdeau del Trapani, sarà agguerrita, sia in serie C che in serie B. Ma l’impressione è che la Viterbese ci proverà sul serio a convincerlo.

E la concorrenza è spietata anche per potersi assicurare le prestazioni di Hervin Ongenda. L’ala sinistra di origine congolese, 25 anni, in scadenza di contratto a fine mese con il Chievo Verona, è cresciuto nel Paris Saint German, dove grazie soprattuto al dribbling potente e alla facilità con cui salta l’uomo, era tenuto in grande considerazione, al punto che per snellire la rosa nel 2013 Laurent Blanc preferì disfarsi di Rabiot, mandato in prestito a Tolosa, piuttosto che di Ongenda. Ha giocato al Bastia, poi in Olanda e persino in Romania col Botosani, prima di arrivare a Verona un anno fa. Il Chievo ha un’opzione sul giocatore da far valere entro il 22 agosto per un rinnovo di altri due anni, ma probabilmente non lo confermerà.

Adesso Ongenda è in cerca di un club che gli assicuri un munero elevato di presenze e una continuità di gioco. E il suo profilo non dispiacerebbe affatto anche a mister Agenore Maurizi. Ma anche qui c’è da battere una concorrenza agguerrita: nelle ultime ore si sarebbe rifatto avanti anche il Botosani, e di richieste al giocatore non mancano.

Coi procuratori di entrambi, Burrai e Ongenda, la Viterbese avrebbe avuto i primi contatti. Il che non vuol dire che l’affare sia vicino a chiudersi, ma che comunque c’è un interesse per i due giocatori da parte del club della Palazzina. E se son rose…

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Allenamento a porte chiuse per la Viterbese

Un manipolo di tifosi ad attenderli per chiedere loro prestazioni dignitose e immediata inversione di …