Le azioni europee mancano di slancio dopo l’accordo sul tetto del debito

  • Salgono gli indici azionari europei, salgono i future USA
  • Il dollaro raggiunge il massimo di 6 mesi contro lo yen
  • I mercati degli Stati Uniti e del Regno Unito sono chiusi per le festività pubbliche
  • Il prezzo di mercato aumenterà il mese prossimo al tasso della Fed

LONDRA, 29 maggio (Reuters) – Gli indici azionari europei sono leggermente scesi lunedì, mancando di slancio a scarsi scambi, mentre l’ottimismo sul raggiungimento di un accordo sul tetto del debito da parte degli Stati Uniti durante il fine settimana ha mantenuto positivi i future di Wall Street.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden e il massimo repubblicano del Congresso Kevin McCarthy hanno raggiunto sabato un accordo provvisorio per aumentare il tetto del debito del governo federale di $ 31,4 trilioni. L’accordo dovrebbe fornire solo un sollievo a breve termine ai mercati, poiché permangono le preoccupazioni per l’inflazione e ulteriori aumenti dei tassi.

Le azioni asiatiche sono state per lo più in rialzo, con il Nikkei di Tokyo (.N225) che ha toccato un nuovo massimo da 33 anni. Ma le azioni cinesi sono scese poiché i dati che mostrano il calo dei profitti nelle aziende industriali cinesi sono stati l’ultimo segno di un rallentamento economico.

Alle 0949 GMT, l’indice azionario mondiale MSCI è salito dello 0,1% (.MIWD00000PUS).

Gli indici azionari europei hanno inizialmente aperto in rialzo, poi hanno vacillato. Lo STOXX 600 europeo (.STOXX) è rimasto piatto nel corso della giornata. Ma i futures di Wall Street sono saliti, con l’S&P 500 e-mini in rialzo dello 0,3% e il Nasdaq e-mini in rialzo dello 0,4%.

READ  Un accordo sul tetto del debito ripristinerà i pagamenti del prestito studentesco

I mercati degli Stati Uniti e del Regno Unito sono chiusi il lunedì per un giorno festivo.

I debt default swap statunitensi a sei mesi sono più ristretti, il che significa che il costo per assicurare le insolvenze del debito statunitense a breve termine è inferiore. Ma lo swap quinquennale è aumentato, suggerendo una certa cautela nei mercati riguardo all’accordo.

Se l’accordo sul tetto del debito passerà al Congresso, l’attenzione del mercato si concentrerà sui piani tariffari della Federal Reserve, secondo Sami Saar, capo economista di Lombard Odier.

“La crescita, in particolare negli Stati Uniti, è stata molto resiliente, l’inflazione è stata molto vischiosa”, ha detto Saar.

“Stiamo tornando alla narrativa secondo cui la Fed deve lavorare di più per abbassare l’inflazione, e questo ovviamente creerà una sorta di ansia di mercato perché quando si alzano i tassi invece di tagliarli, si fa pressione sulle valutazioni”.

I mercati si aspettano che la Fed aumenti i tassi di 25 punti base il mese prossimo e poi mantenga i tassi stabili per il resto dell’anno.

La misura dell’inflazione preferita dalla banca centrale, l’indice dei prezzi della spesa per consumi personali, è risultata superiore alle attese venerdì ed è salita a un massimo di oltre due mesi dopo due anni di dati sui rendimenti statunitensi. I buoni del tesoro non sono stati scambiati lunedì.

I rendimenti dei titoli di stato della zona euro sono stati inferiori prima dei dati sull’inflazione dell’area dell’euro mercoledì e giovedì.

Il rendimento tedesco di riferimento a 10 anni è sceso di 9 punti base a 2,447.

L’indice del dollaro USA è stato leggermente modificato a 104,25 e l’euro è stato leggermente inferiore a $ 1,0714.

READ  I fan di Britney Spears potrebbero non esibirsi con Elton John al Made in Glastonbury

Il dollaro ha toccato brevemente il massimo di sei mesi contro lo yen durante il commercio asiatico.

In Turchia, la lira ha raggiunto un nuovo record rispetto al dollaro dopo che il presidente Tayyip Erdogan ha vinto le elezioni presidenziali di domenica, estendendo il suo governo sempre più autoritario a un terzo decennio.

I prezzi del petrolio sono rimasti invariati, con i future sul greggio Brent in calo dello 0,2% e il greggio US West Texas Intermediate poco cambiato. L’oro è cambiato poco, si aggirava vicino ai minimi di due mesi venerdì.

Reportage di Elizabeth Howcroft, Stella Q e Tom Westbrook; Montaggio di Sri Navaratnam e Sam Holmes

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Elisabetta Howcroft

Thomson Reuters

Rapporti sull’intersezione tra finanza e tecnologia, incluse criptovalute, NFT, mondi virtuali e il “Web3” dei pagamenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *