Le azioni scivolano nel conto alla rovescia verso l’asse principale dell’inflazione

Il punto di vista di tutti su Nvidia (NVDA)

Il titolo è rimasto debole per tutta la mattinata nel pre-mercato dopo la brusca inversione intraday di venerdì che ha attirato l'attenzione degli investitori.

Poiché i dati macro e i dati sugli utili rallentano questa settimana, la performance di Nvidia detterà le mosse del mercato più ampio.

Alcune chiamate da varie note questa mattina:

“Ad un certo punto venerdì, Nvidia, la terza azienda più grande al mondo, è cresciuta del 92% da inizio anno. Il rendimento a 5 mesi per il semiindice S&P 500 è stato dell'84%, il più alto dal 1999. Un consolidamento del trading basato sull'intelligenza artificiale era atteso ormai da tempo, quindi la giornata di grande inversione di venerdì potrebbe segnare l'inizio di quella pausa..” -P.T.I.G

“Certamente non lo ero nel 2000 Una quota di 250 miliardi di dollari è stata spazzata via in 3 ore prima. Ecco cosa è successo a Nvidia venerdì, quando le azioni sono scese da circa +5% a -6,5% intraday prima di chiudere in ribasso del -5,55%. Poi, dopo la negoziazione di venerdì, è quasi sceso di un altro -3%. In particolare, a marzo è ancora in rialzo del +6,38% per la settimana e del +21,3% per il mese, e ha registrato la decima settimana consecutiva di guadagni consecutivi. Il sell-off di fine settimana ha visto l’S&P 500 (-0,65% venerdì) scendere del -0,26% settimanale e perdere la 17esima delle 19 settimane di guadagni per la prima volta dal 1964. -Banca tedesca

READ  Biden, la riunione di McCarthy si conclude senza un accordo sul tetto del debito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *