Lo stato di San Diego fa tremare la Florida Atlantic, si raduna per fare la prima partita per il titolo

Mentre i semi e la storia possono suggerire che sia uno shock essere qui, sia la Florida Atlantic che lo Stato di San Diego hanno dimostrato di appartenere.

Sia i Gufi che gli Aztechi stanno facendo il loro debutto nelle Final Four in una stagione che include altre gare del primo turno. La FAU, che gioca in un’arena con una capacità inferiore a 3.000, non è mai stata classificata prima ed è stata al torneo NCAA solo una volta: un numero 15 nel 2002. Ma nel 2022-23 erano 35-3.

Ma Dusty May, alla sua quinta stagione, ha registrato un record di vittorie ogni anno prima che i Gufi raggiungessero livelli storici. FAU è 35-3 e ha raggiunto il numero 19 nel sondaggio AP all’inizio di febbraio. I gufi hanno vinto sia la stagione regolare C-USA che i titoli dei tornei prima di finire come testa di serie numero 9 nel torneo NCAA. Da lì sono iniziate le partite ravvicinate (vittorie per 1, 8, 7 e 3). Ma successo in tutto.

In attacco, i Gufi sono tra i primi 40 in punti a partita (78) e tra i primi 15 in 3 punti (9,6 a partita). Jonelle Davis è in testa con 13,9 punti a partita aggiungendo 5,5 board. Vladislav Goldin ha segnato una media di 10,3 punti e 6,6 rimbalzi con il 62,7% di tiri. In difesa, FAU è tra i primi 20 nella percentuale FG poiché gli avversari stanno tirando solo il 40,2%.

Lo stato di San Diego, d’altra parte, arriva sul 31-6 dopo aver spazzato via la stagione regolare e i tornei della conferenza di Mountain West.

Con lo Stato di San Diego che ha raggiunto lo Sweet 16 nel 2011 e nel 2014 e ha segnato 30-2 nella stagione interrotta da Covid 2019-20, gli Aztechi hanno più storia di successi della FAU a marzo.

READ  NYT: L'Ucraina perde il 20% delle armi nelle prime settimane di controffensiva

Brian Dutcher è alla sua quinta stagione da allenatore. L’assistente di lunga data Steve Fisher ha mantenuto gli Aztechi in movimento e ha mantenuto la sua reputazione di grande programma difensivo. Lo stato di San Diego tiene gli avversari a solo il 40% dal campo – una delle prime 40 classificate a livello nazionale – e tira il 27,9% con 3 punti. Ciò ha pareggiato Houston per il secondo miglior punteggio della nazione, dietro il 26,5 del Tennessee.

I 12,5 punti a partita di Matt Bradley danno il ritmo agli Aztechi, senza che nessun altro abbia una media in doppia cifra. Ma altri hanno visto i 21 punti di Darian Trammell contro il n. 1 dell’Alabama negli Sweet 16 come n. 6 Lamont Butler ha ottenuto 18 punti su 11 tiri in una vittoria Elite Eight su Creighton.

“È molto simile a competere contro di noi in allenamento”, ha detto l’allenatore della FAU May venerdì mattina. “Hanno giocato quattro partite del torneo NCAA. Sono i quattro capocannoniere. Quindi sono come guardarsi allo specchio e guardarti. Non sappiamo chi sia il nostro capocannoniere. Ma quando sei il capocannoniere , ottieni più attenzione e aiuti gli altri ragazzi a vincere.

“Ancora una volta, è una testimonianza dell’altruismo di quei ragazzi e del loro sacrificio per il bene della squadra. Quindi siamo pronti perché lo vediamo ogni giorno. È come guardarsi allo specchio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *