Max inverte la visualizzazione dei crediti dopo l’esplosione di TGA e WGA “Shame” – Scadenza

Dopo aver ricevuto un forte contraccolpo dalla Directors Guild e dalla Writers Guild, la Warner Bros. Discovery ha modificato le modifiche apportate ai titoli di regista e sceneggiatore per l’uscita di Max. In una dichiarazione, Max ha dichiarato: “Siamo d’accordo sul fatto che il talento dietro il contenuto di Max dovrebbe essere adeguatamente riconosciuto per il suo lavoro. Correggeremo i crediti trasferiti a causa di una svista della transizione tecnica da HBO Max a Max e ci scusiamo per questo errore.

L’emendamento arriva dopo che DGA e WGA hanno rilasciato dichiarazioni arrabbiate sulla sostituzione dei crediti individuali di lunga data di registi e scrittori nella sua cineteca, che non elenca specificamente i crediti di registi e sceneggiatori, ma li raggruppa come “creatori”.

Prima dell’inversione di Max, la DGA, che sta attualmente negoziando un contratto con l’Alliance of Motion Picture and Television Producers, ha definito la mossa unilaterale della società un “grossolano insulto” e ha affermato che avrebbe preso “i passi più forti possibili” per annullarla. . La WGA, ora in sciopero da tre settimane, ha definito il cambiamento “irrispettoso e offensivo”.

“Per quasi 90 anni, la Directors Guild ha lottato duramente per assicurarsi il merito e il riconoscimento che i registi meritano per il lavoro che creano”, ha affermato il presidente della TGA Leslie Linga Clatter. “Senza azioni unilaterali, avvisi o consultazioni da parte della Warner Bros. Discovery, siamo in trattative con registi, sceneggiatori, produttori e altri come categorie generali di ‘creativi’ sulle loro uscite New Max. La nostra unione. Questa svalutazione dei contributi individuali degli artisti è una tendenza inquietante e la DGA non la tollererà. Intendiamo compiere i passi più forti possibili, in solidarietà con la WGA, per garantire che ogni artista riceva il merito individuale che merita.

READ  I critici affermano che la nuova legge di Hong Kong è “l’ultimo chiodo nella bara”

Il presidente della WGA West, Meredith Stiehm, ha dichiarato: “Warner Bros. Scrittori, registi e produttori sono raggruppati in una categoria inventata e in diminuzione chiamata creatori. Questo è il default del credito per i principianti. Ma peggio ancora, è irrispettoso e irrispettoso nei confronti degli artisti che realizzano film e programmi TV e fanno guadagnare milioni alla loro compagnia. Questo tentativo di diminuire il contributo e l’importanza degli scrittori fa eco al messaggio che abbiamo sentito nelle nostre negoziazioni con AMPTP: gli scrittori sono emarginati, indispensabili e devono accettare di essere sottopagati mentre i profitti dei nostri datori di lavoro sono sempre più alti. È questo sordo disprezzo per l’importanza degli scrittori che ci ha portato dove siamo oggi: il 22° giorno del nostro sciopero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *