mercoledì, 23 Settembre, 2020

Mercato Viterbese, Romano: “Quasi fatta per Daga”. Ma si cercano anche un altro portiere under e un centrocampista

Lunedì dovrebbe essere il giorno di Riccardo Daga. Il portiere sardo classe 2000, cresciuto nel settore giovanile del Cagliari e svincolatosi ieri dall’Arezzo, dovrebbe diventare un nuovo estremo difensore under della Viterbese. La conferma arriva direttamente dal presidente Marco Arturo Romano: “Non so ora se arriverà lunedì, ma la trattativa è a buon punto è dovremmo chiuderla. Si tratta di un ragazzo molto giovane, di qualità, che viene dal settore giovanile di una squadra di A e che è seguito anche da altri club”.

Daga ha collezionato anche alcune presenze nelle Nazionali giovanili, sebbene non abbia esperienza nel campionato di C. “Il mister sostiene che questo ragazzo abbia grandi prospettive – continua -, lo volevano in tanti, viene qui e diventa nostro. Credo che quella di acquistare giovani che diventano di proprietà della Viterbese sia una politica giusta. In ogni caso, stiamo cercando anche un altro portiere under”.

Ma il mercato, come per tutte le squadre di Lega Pro, è frenato dalla cervellotica imposizione della lista a 22, quella per cui i calciatori minacciano lo sciopero. Qualora arrivasse Daga, come è probabile, sarebbe il ventesimo giocatore professionista della Viterbese. Resterebbero liberi solo due posti per altri acquisti tra giocatori con contratto professionistico. Ergo: se non ci saranno uscite, le entrate potranno essere al massimo due. “Lavorare sulle uscite è difficile – confida Romano -, perché la lista a 22 blocca soprattutto le cessioni. Ed è chiaro che se non esce nessuno non può entrare nessuno che abbia già avuto un contratto professionistico”. Per questo il mercato di serie C sarà in questo mese una lunga guerra di posizione, molto bloccato, con qualche trattativa che si sbloccherà e si concluderà al fotofinish.

Tra queste ce ne sarà certamente una per rinforzare il centrocampo della Viterbese, magari con un giocatore più offensivo che sia in grado di confezionare l’ultimo passaggio per mandare in porta l’artiglieria pesante in attacco, vale a dire il duo Rossi-Tounkara. Sulla linea mediana, tra le altre cose, non è poi più così scontato come si poteva pensare qualche giorno fa il ritorno di Emmanuel Besea. E la Viterbese si guarda intorno. “Il Frosinone è disponibile a cedercelo, diventerebbe di proprietà gialloblu – spiega il number one di via della Palazzina -, ma il giocatore deve fare le sue valutazioni. Noi vogliamo solo calciatori come Rossi e Mbende che vengono a Viterbo volentieri, col cuore. Abbiamo in ogni caso individuato altri profili che possano fare al caso nostro, vediamo che succede nei prossimi giorni”.

Difficile, poi, che arrivino alla corte di mister Maurizi giocatori giovani in prestito, perché l’obiettivo della Viterbese è puntare su under di proprietà. “Meno prestiti e più valorizzazione dei nostri ragazzi – afferma saggiamente Romano -. Altrimenti si rischia di ripetere quanto accaduto con Errico: si dà spazio ad un giovane certo di talento ma che poi torna al club di provenienza. Per il futuro vedo sempre meno prestiti per dare più opportunità di emergere ai nostri ragazzi, come Simonelli, Urso o i fratelli Menghi”.

Mercato a parte, la stretta attualità di questi giorni purtroppo riguarda la positività di quattro elementi del gruppo squadra gialloblu – tre calciatori e un fisioterapista – al Covid19. “Un grosso problema – dice Romano preoccupato, non solo per la salute dei suoi ragazzi (stanno tutti abbastanza bene) ma anche per il costo vertiginoso del protocollo sanitario anti coronavirus -, aspettiamo l’esito dei nuovi tamponi e se il resto della squadra sarà nuovamente negativo potremo almeno tornare ad allenarci”.

Infine, un passaggio sul girone: “Quasi certamente saremo ancora in quello meridionale – conclude il presidente della Viterbese -, ma spero ancora nella possibilità che ci spostino nel raggruppamento A”.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Mercato Viterbese, ora anche il Bari vuole Falbo

Anche il Bari sembra aver messo nel mirino Luca Falbo, esterno sinistro della Primavera della …