venerdì, 17 Gennaio, 2020

Mercato Viterbese, torna Andrea Razzitti?

L’indiscrezione gira da giorni, amplificata anche da TuttoC e TuttoMercatoweb, ma sembra che la trattativa sia più di una semplice chiacchiera in vista del mercato di gennaio. L’ex attaccante gialloblu Andrea Razzitti, classe 1989, attualmente svincolato dopo una stagione tra Vicenza e Albinoleffe, sarebbe finito nel mirino della Viterbese. Il suo agente, Marco Tropea, nei giorni scorsi ha avuto un primo incontro col dg della Viterbese Diego Foresti, e da entrambe le parti ci sarebbe la volontà di chiudere la partita con un ritorno del centravanti a via della Palazzina. Anche se sul calciatore ci sono pure altre squadre.

Razzitti ha vestito la maglia della Viterbese per pochi mesi nella stagione 2017-2018, era Camilli: arrivato in estate alla corte di mister Valerio Bertotto, ha collezionato 16 presenze e segnato sei gol – cinque in campionato e uno in Coppa – tra cui un rigore all'”Arena Garibaldi” di Pisa e una rete pesantissima a Piacenza, all’esordio in panchina di Federico Nofri Onofri che aveva da qualche giorno rilevato il tecnico ex Udinese. A gennaio, però, passò al Bassano Virtus, e nella stagione successiva prima al Vicenza e poi all’Albinoleffe.

Se da una parte si parla di mercato in entrata (si è già detto qui dell’interesse gialloblu per gli esterni di Lazio e Roma Casasola e Seck, a cui si aggiunge quello per l’altro esubero laziale Djavan Anderson), va detto che la Viterbese avrà molto da fare anche per quello in uscita (chi se ne occuperà? Il dg Foresti? O il ds Zavaglia, che non figura però in organigramma?), con una rosa ad oggi molto ampia che per forza di cose va sfoltita. Lasciando, semmai, anche spazio a qualche elemento della Berretti – Menghi e Capparella su tutti – che sta ben figurando nella squadra allenata da Alessandro Boccolini. Sulla necessità di dare un taglio alla rosa sabato scorso in conferenza lo stesso mister Calabro è stato molto chiaro: la sua Viterbese ha bisogno di giocatori in buona condizione fisica e funzionali al progetto. E ad oggi probabilmente non tutti gli attuali elementi a sua disposizione non sono o non sono ritenuti tali.

Da valutare, pertanto, a fronte di un possibile arrivo di Razzitti, chi potrebbe essere il partente (o i partenti) tra gli attaccanti gialloblu. Il primo indiziato sembrerebbe essere Mario Pacilli, che quest’anno sembra faticare nel trovare la sua dimensione in squadra dopo essere stato determinante l’anno scorso, ma il suo ruolo è più quello della seconda punta e l’ex Brescia non andrebbe a sostituire dunque l’ex Lecce (Razzitti è alto 1,86, pesa 80 kg ed è più una punta centrale). Probabile uscita anche per il giovane Svidercoschi. Da qualche giorno, infine, si parla pure (ma questa sì che potrebbe essere davvero solo una chiacchiera) di un possibile interesse del Frosinone per Mamadou Tounkara, anche se l’ex laziale resta un punto fermo dello scacchiere della Viterbese. Nonostante i buoni rapporti tra i due club.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Mercato Viterbese, per la difesa si pensa a Ivan De Santis

È finito tra i desiderata della Viterbese il difensore centrale della Virtus Entella Ivan De …