giovedì, 19 Settembre, 2019
Ultime notizie

Occorrono nuovi rinforzi?

Come già asserito da patron Camilli, per il mercato nessuna fretta, visti gli spiragli che si stanno aprendo sul fronte fallimenti e mancate iscrizioni. Di giocatori ce se sono molti e anche di qualità, a cui la piazza di Viterbo sarebbe cosa gradita, vista anche la puntualità con cui la società gialloblu garantisce le spettanze. Cosa di non poco conto di questi tempi.

Sull’argomento si è espresso anche mister Lopez, dichiaratosi soddisfatto del livello qualitativo dei giovani giunti in rosa, nonché di chi è rimasto e degli altri acquisti. Insomma anche per il tecnico la rosa è buona e migliorabile con quei tre acquisti capaci di far fare il salto di categoria ad una compagine ben rodata.

Ma cosa manca ancora? E soprattutto, quali sono i giocatori giusti da portare in rosa? Domande queste a cui dovrebbe eventualmente porre risposta il Direttore Magalini in accordo con Lopez e con la supervisione di Piero Camilli. Noi possiamo solamente cercare di capire in quali reparti questa Viterbese potrebbe andare a rinforzarsi.

Situazione portieri: Forte e Micheli sono i due portieri in rosa, con Forte predestinato a partire titolare. A nostro avviso ne mancherebbe un terzo. Di quale livello non sta certamente a noi dirlo, anzi, sarà proprio il mister a decidere se puntare su Forte o se virare su un altro nome. Nella prima ipotesi un terzo portiere potrebbe arrivare anche dai settori giovanili. Nella seconda è chiaro che si andrebbe a cercare un profilo importante, magari tra gli svincolati dell’ultimo istante.

Situazione difesa: De Giorgi, De Vito,  Atanasov, Milillo, Messina, Perri, Rinaldi e Sini compongono l’organico del pacchetto arretrato gialloblu. Sotto il profilo numerico il reparto appare ben coperto, così come sotto il profilo qualitativo. Infatti, tralasciando l’amichevole con la rappresentativa, nelle due uscite di Tim Cup, la retroguardia gialloblù non ha subito neanche una rete. I “vecchi” sono una garanzia ed i neo giunti appaiono di buon livello.

Situazione centrocampo: Cenciarelli, Damiani, Artioli, Palermo, Otranto  e Valagussa sono al momento i giocatori della mediana. Numericamente mancherebbero un paio di elementi. Sotto il profilo qualitativo la rosa è di buona fattezza, con il giovane Damiani a fare da metronomo e l’inserimento di Palermo che ha portato qualità al reparto. Cenciarelli è una delle certezze. Ci sarà invece  da verificare i rendimenti di Valagussa che comunque ha già fatto vedere buone cose, e di Otranto, giovane proveniente dal Napoli, visto solamente in occasione dell’amichevole di Chianciano.

Situazione attacco: Jefferson, Roberti, Vandeputte, Zerbin, Svidercoschi e Bismark compongono le bocche da fuoco gialloblu. Il ritorno gradito di Bismark è servito a rinforzare un attacco che al momento può far leva  sulle ottime prestazioni di Zerbin e di Vandeputte che anche ad Ascoli hanno messo a dura prova la retroguardia del “Picchio” assieme proprio allo stesso Bismark. Di Svidercoschi se ne parla molto bene così come di Roberti. Di certo è che con Jefferson ancora fermo ai box, il reparto urge di nuovi innesti, di cui uno magari composto da un “bomber” di navigata esperienza, vista anche la giovane età degli altri compagni di reparto.

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Viterbese, chi è Davide Sibilia

Davide Sibilia (nella foto, tratta dal sito svsport.it) è ufficialmente un nuovo giocatore gialloblu. Il …