Pamela Smart cerca di incontrare il governatore del New Hampshire

Pamela Smart ha richiesto un incontro con il governatore Chris Sununu per prendere in considerazione un’udienza di commutazione sulla sua condanna all’ergastolo senza condizionale. Wise aveva 23 anni quando fu accusata di cospirazione per commettere un omicidio nella morte di suo marito Greg. Ucciso a colpi di arma da fuoco nel condominio della coppia Terry il 1 maggio 1990. È in carcere dalla sua condanna nel 1991. In un video inviato al WMUR da un’agenzia di pubbliche relazioni, Pamela Smart, ora 56enne, ha detto che avrebbe voluto farlo. Per esprimere il suo dolore a Sununu, assumersi la responsabilità della morte di suo marito e discutere di come è migliorata dalla prigione. >> SCADENZA: CASO SMART PAMELA “Chiedo rispettosamente l’opportunità al consiglio del New Hampshire di venire davanti a voi e avere una conversazione sincera con voi sulla mia incarcerazione, sull’accettazione delle responsabilità e su qualsiasi preoccupazione possiate avere. Qualsiasi domanda”, ha detto Pamela Smart nel video. “Se potessi condividere una conversazione onesta di persona o tramite videoconferenza, te ne sarei molto grato.” Nella sua lettera a Sununu a marzo, Pamela Smart ha scritto che le ci sono voluti decenni per venire a patti. Si disse che era responsabile della morte di suo marito. “Oggi accetto la responsabilità dell’omicidio di mio marito Greg. Sono la ragione per cui non è più in questo mondo”, ha scritto Pamela Smart. “Sono io quello che ha perso l’intera vita di Greg con la sua famiglia. Sono la ragione per cui non può godersi la sua carriera, godersi l’essere padre o guidare la sua figlioccia nella sua vita.” Metti in moto la catena di eventi culminata nell’omicidio di Greg”, ha scritto Pamela Smart.” Le parole “mi dispiace” non saranno mai sufficienti, (membri della famiglia di Greg Smart). Devo a me stesso affrontare la mia responsabilità con coraggio e onestà. Meritata”, ha scritto Pamela Smart. Chiede misericordia e clemenza nella sua richiesta di riduzione della pena. Ha raccontato di essere stata picchiata così duramente durante la sua detenzione da aver bisogno di un intervento di chirurgia plastica. Ha anche detto di essere stata aggredita sessualmente da una guardia carceraria. >> Video completo da Pamela Smart Vedi anche il messaggio qui: “Mi chiedo: quando sarà abbastanza? “La mia condanna sembra una condanna infinita, che non verrà mai vendicata”, ha scritto Pamela Smart che entrambi i suoi genitori hanno 80 anni, hanno problemi di salute e vogliono restare a casa per prendersi cura di loro nei loro ultimi anni >> 2015 Intervista: la madre di Pamela Smart con News 9 Parlando in una dichiarazione rilasciata a WMUR, Sununu ha affermato: “Il processo del New Hampshire per le richieste di commutazione o di grazia è giusto e approfondito. Pamela Smart avrà la stessa opportunità di presentare una petizione al consiglio per un’udienza. L’anno scorso, la Corte Suprema del New Hampshire ha respinto la richiesta di Pamela Smart di riconsiderare la divisione amministrativa dello stato. Nella loro sentenza, i giudici hanno affermato di non avere giurisdizione per obbligare il potere esecutivo a rispettare tale ordine.>> Intervista 2015 con Pamela Smart: Report 1 | Report 2>> GUARDA: Estratti da un’intervista del 2015 con Pamela SmartSmart ha chiesto un’udienza di licenziamento per ridurre la sua pena nel 2022, ma i consiglieri esecutivi hanno votato all’unanimità per respingere la richiesta. Questa è la sua terza richiesta infruttuosa per tale udienza. Secondo i rappresentanti di Pamela Smart, si ritiene che sia la detenuta più longeva nella prigione femminile di Bedford Hills a New York, dove è stata incarcerata dopo essere stata trasferita lì nel 1993. “Sai, ora che sono più grande e posso guardare indietro alle cose, posso vedere molti errori che ho fatto, e posso vedere quanto fosse distorto il mio giudizio e quanto fossi immaturo. Guardando indietro, sai, Sono una persona molto diversa da prima. Sai, penso bene alle cose prima di prendere una decisione e sono meno impulsiva, più responsabile e matura di quanto lo fossi allora,” ha detto Pamela Smart nel video. ” Voglio dire, 34 anni sono tanti, a quel punto, per me ho fatto molto lavoro, molto lavoro spirituale e molta crescita in chi sono e come mi occupo delle cose e delle persone.”> > Correlato: intervista del 2010 con la famiglia di Greg Smart>> Inoltre: intervista del 2010 con Pamela Smart Nel giugno 2015, i quattro coinvolti nell’omicidio di Greg Smart furono tutti rilasciati dal carcere. Tre di loro erano minorenni al momento dell’omicidio. Patrick Randall, all’epoca 17enne, fermò Greg Smart, identificato come Billy Flynn, 16 anni, e gli sparò alla testa. Altri due cospiratori nel caso, Raymond Fowler, allora 18enne, e Vance Latim, allora 17enne, furono rilasciati sulla parola nel 2005. Entrambi gli uomini erano in macchina e uscivano dalla casa dove è stato ucciso Greg Smart.

READ  Amanda Nunes vs. Irene Aldana, Oliveira-Dariush aggiornamenti live, risultati, momenti salienti

Pamela Smart ha chiesto un incontro con il governatore Chris Sununu per chiedere di prendere in considerazione una commutazione della sua condanna all’ergastolo.

Smart aveva 23 anni quando fu accusata di cospirazione per commettere omicidio il 1 maggio 1990, uccidendo suo marito, Greg, nel condominio della coppia a Derry. È in prigione dalla sua condanna nel 1991.

In un video inviato al WMUR da un’agenzia di pubbliche relazioni, Pamela Smart, ora 56enne, ha detto a Sununu che voleva esprimere il suo dolore, assumersi la responsabilità della morte di suo marito e discutere di come è migliorata dalla prigione.

>> Cronologia: Custodia Pamela intelligente

“Chiedo rispettosamente l’opportunità al Consiglio esecutivo del New Hampshire di venire davanti a voi e avere una conversazione onesta con voi sulla mia incarcerazione, sulla mia accettazione delle responsabilità e su qualsiasi preoccupazione e domanda possiate avere”, ha detto Pamela Smart. Nel video. “Se potessi condividere una conversazione onesta di persona o tramite videoconferenza, te ne sarei molto grato.”

Nella sua lettera a Sununu di marzo, Pamela Smart ha scritto che le ci sono voluti decenni per ammettere di essere responsabile della morte di suo marito.

“Oggi accetto la responsabilità dell’omicidio di mio marito Greg. Sono la ragione per cui non è più in questo mondo”, ha scritto Pamela Smart. “Sono io quello che ha perso tutta la sua vita con la famiglia di Greg. Non è riuscito a godersi la vita, a godersi suo padre o a guidare la sua figlioccia attraverso la sua vita.”

“Mi rammarico profondamente che le mie scelte egoistiche abbiano messo in moto la catena di eventi che si è conclusa con l’omicidio di Greg”, ha scritto Pamela Smart.

READ  La decisione Roe v. Wade ha cambiato l'America in quattro modi

“Le parole ‘mi dispiace’ non saranno mai sufficienti, e devo a me stessa affrontare le mie responsabilità con il coraggio e l’onestà che (i membri della famiglia di Greg Smart) meritano”, ha scritto Pamela Smart.

Pamela Smart ha detto che chiede una riduzione di pena e chiede pietà e pietà.

Ha raccontato che durante la sua prigionia è stata picchiata così duramente da aver bisogno di un intervento di chirurgia plastica. Ha anche affermato che il carceriere l’ha aggredita sessualmente.

>> Guarda il videomessaggio completo di Pamela Smart qui:

“Mi chiedo: quando sarà sufficiente? La mia punizione sembra una punizione infinita, una vendetta che non potrà mai essere raccontata”, ha scritto Pamela Smart.

Smart ha detto che i suoi genitori hanno più di 80 anni e hanno problemi di salute e vogliono restare a casa per prendersi cura di loro nei loro ultimi anni.

>> Intervista 2015: La madre di Pamela Smart parla a News 9

In una dichiarazione rilasciata al WMUR, Sununu ha affermato: “Il processo del New Hampshire per le richieste di commutazione o grazia è giusto e approfondito. A Pamela Smart verrà data la stessa opportunità di presentare una petizione al consiglio per un’udienza come qualsiasi altro individuo”.

L’anno scorso, la Corte Suprema del New Hampshire ha rifiutato di obbligare la divisione amministrativa statale a riconsiderare la richiesta di Pamela Smart. Nella loro sentenza, i giudici hanno affermato di non avere giurisdizione per obbligare il potere esecutivo a rispettare tale ordine.

>> Intervista del 2015 a Pamela Smart: Dichiarazione 1 | Dichiarazione 2

>> Vedi: Altri estratti da un’intervista del 2015 con Pamela Smart

Smart ha chiesto un’udienza di commutazione per ridurre la sua pena nel 2022, ma i consiglieri amministrativi hanno votato all’unanimità per respingere la richiesta. Questa è la sua terza richiesta infruttuosa per tale udienza.

READ  Preparati a temperature pericolosamente calde e cupole di calore nel nord-est e nel Midwest

Secondo i rappresentanti di Pamela Smart, si ritiene che sia la detenuta più longeva nella prigione femminile di Bedford Hills a New York, dove è stata incarcerata dopo essere stata trasferita nel 1993.

“Sai, ora che sono più grande e posso guardare indietro alle cose, posso vedere molti errori che ho fatto, e posso vedere quanto fosse distorto il mio giudizio e quanto fossi immaturo. Guardando indietro, sai, Sono una persona molto diversa da prima. Sai, penso bene alle cose prima di prendere una decisione e sono meno impulsiva, più responsabile e matura di quanto lo fossi allora,” ha detto Pamela Smart nel video. ” Voglio dire, 34 anni sono tanti, a quel punto, per me ho fatto molto lavoro, molto lavoro spirituale e sono cresciuto molto in quello che sono e nel modo in cui mi occupo delle cose e delle persone.

>> Correlati: intervista del 2010 con la famiglia Greg Smart

>> Inoltre: Intervista del 2010 con Pamela Smart

Nel giugno 2015, tutti e quattro gli uomini coinvolti nell’omicidio di Greg Smart erano stati rilasciati dal carcere. Tre di loro erano minorenni al momento dell’omicidio.

Patrick Randall, all’epoca 17enne, trattenne Billy Flynn, Greg Smart, 16 anni, e gli sparò alla testa.

Altri due cospiratori nel caso, Raymond Fowler, all’epoca 18 anni, e Vance Latim, 17 anni, furono rilasciati sulla parola nel 2005. Entrambi erano in un’auto fuori dalla casa dove è stato ucciso Greg Smart.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *