lunedì, 1 Marzo, 2021

Partenio fatale, l’Avellino batte la Viterbese 3-0

Avellino – Viterbese 3-0 (primo tempo 0-0)

Avellino (3-5-2): Forte; Silvestri L., Miceli, Illanes; Ciancio, Aloi (76’ De Francesco) Carriero (76’ Adamo), D’Angelo, Tito (76’ Baraye) Maniero (66’ Bernardotto), Fella (72’ Santaniello). A disposizione: Pane, Rizzo, Silvestri M., Dossena, Errico, Rocchi. Allenatore: Piero Braglia.

Viterbese (4-3-3): Daga; Urso (87’ Bianchi), Mbende, Markic, Baschirotto; Salandria (87’ Besea), Bensaja, Palermo (73’ Bezziccheri); Murilo (87’ Sibilia), Rossi (70’ Tounkara), Simonelli. A disposizione: Maraolo, Ricci, De Santis, Menghi E.,m, Menghi M. Allenatore: Roberto Taurino

Arbitro Andrea Bordin di Bassano del Grappa, assistenti Marco Ceolin di Treviso e Michele Collavo di Treviso. Quarto uomo Gabriele Scatena di Avezzano

Marcatori: 46’ D’Angelo, 63’ Fella, 81’  Santaniello

Ammoniti: Miceli, Carriero, Illanes, Tito, Murilo, Rossi, Markic, D’Angelo

Note: recupero 1’ pt; 5’ st

 

Pesante battuta d’arresto per la Viterbese di Taurino, che tiene bene nei primi 45’ ma poi nella ripresa crolla sotto il peso della qualità irpina, senza riuscire a reagire. Pochi tiri in porta e i soliti problemi in fase d’attacco per i gialloblu, che adesso hanno l’obbligo di vincere al “Rocchi” mercoledì nell’infrasettimanale con la Turris.

La cronaca Che la partita sarà maschia lo si vede subito al 4’ quando Ciancio smanaccia smanaccia in faccia a Murilo, scatenando un battibecco tra i due. La prima occasione è per l’Avellino al 6’: Mbende manda in corner, Tito dalla bandierina al centro dell’area ma dopo una serie di rimpalli Illanes spedisce fuori. Al 12’, poi è Daga a intercettare un tiro di Tito su punizione.

Qualche passaggio sbagliato di troppo per i gialloblu, che costringono Taurino a spronarli un po’ dalla panchina. Il ritmo è compassato da entrambe le parti, le squadre sono chiuse e gli spazi pochi, sul fronte gialloblu qualche lampo sulla fascia arriva con Baschirotto, che sulla sua fascia dà spinta e arriva spesso in avanti.

Occasionissima sprecata al 17 da Maniero, servito da D’Angelo che era andato via a Mbende: l’attaccante però sbaglia a metterla al centro dove non c’è nessuno dei suoi a raccogliere.

I gialloblu dopo una fase di studio escono fuori dopo i primi 20 minuti. Al 22’ Viterbese vicinissima al vantaggio: Miceli perde il duello fisico con Rossi, centravanti boa, che trattiene la palla e la serve a Murilo, ma la sua rasoiata finisce fuori di un soffio. Brivido per i padroni di casa e occasione persa dalla Viterbese per l’1-0.

La Viterbese arriva più sul fondo soprattutto con Baschirotto, mentre l’Avellino prova a sfondare più al centro. Il ritmo si alza con botta e risposta da entrambi i lati del campo. Al 33’ doppia occasione per l’Avellino: Daga para un tiro dei padroni di casa ma respinge corto ed è miracoloso l’intervento di Palermo, che spazza via. Mischia in area, ci riprova D’Angelo ma la difesa della Viterbese respinge. Al 36’ da calcio d’angolo il colpo di testa di Miceli finisce fuori di pochi millimetri, provocando un brivido su per la schiena dei gialloblu.

Primo tempo intenso per i gialloblu, che si chiude con la Viterbese in attacco: corner e colpo di testa di Markic, che per un soffio Forte riesce a spedire sopra la traversa.

Vantaggio dell’Avellino dopo neanche un minuto dall’inizio della ripresa: cross spettacolare di Tito pennellato sulla testa di D’Angelo che batte Daga sul secondo palo. Inserimento splendido del giocatore dell’Avellino, che mostra quanto siano fondamentali nel calcio i centrocampisti che si inseriscono. E in questo purtroppo la Viterbese è un po’ carente: non resta che confidare nelle condizioni di Ammari e di qualche ultimo guizzo dal mercato.

L’Avellino sembra voler approfittare dell’euforia de vantaggio e si fa rivedere in avanti. Buttandola anche un po’ caciara con eccessive proteste per far scorrere i minuti. Al 52’ buon cross di Baschirotto al centro, ma la difesa dell’Avellino respinge. Rossi ha sempre la meglio su Miceli, si sacrifica e fa a sportellate, ma in fase offensiva ai gialloblu manca sempre qualcosa per incidere. Al 60’ conclusione sulla luna di Rossi, ma l’azione era in off side.

Al 62’ ripartenza fulminea dell’Avellino con Maniero, ma Mbende fa buona guardia. Al 63’ Fella segna il raddoppio: sempre in ripartenza su un’azione viziata da un fallo, in due contro due Maniero e Fella, che in velocità con un colpo da maestro la mette nell’angolo alle spalle di Daga.

Il doppio vantaggio dell’Avellino taglia le gambe alle speranze gialloblu: la Viterbese sbanda un po’, esce Rossi per Tounkara ma lì davanti la musica non cambia. La squadra di Taurino sembra aver accusato il colpo. Taurino passa al 4-2-3-1, con Murilo trequartista. Tounkara prova a vivacizzare la manovra, ma sul cross di Salandria si fa trovare in fuorigioco.

Al 81’ L’Avellino la chiude definitivamente contro una Viterbese che dà l’impressione di aver tirato i remi in barca: percussione di Adamo, passaggio perfetto e Santaniello in velocità la insacca per il 3-0 finale. Negli ultimi minuti poco altro da annotare, l’Avellino cala il tris e la Viterbese ora deve metabolizzare subito e pensare all’incontro di mercoledì in casa con la Turris. Dove sarà vietato sbagliare.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Taurino: “Contro il Palermo dobbiamo andare oltre i nostri limiti”

Domani allo stadio “Enrico Rocchi” i gialloblù saranno in campo per la giornata numero 27 …