martedì, 15 Ottobre, 2019

Penalizzazioni a pioggia?

La Covisoc (Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche) si è espressa il 12 luglio in merito alle domande di iscrizione al prossimo campionato di Serie C presentate in massa dai 59 club aventi diritto. Il numero è di fatto già sceso a 58 per la rinuncia del Mestre.  

Le bocciature più severe dell’organo di vigilanza riguardano la Fidelis Andria e la Lucchese, con un piede fuori dalla terza serie. Riprende un po’ di fiato la Reggiana, bocciata in rapporto all’utilizzo del Mapei Stadium oltre che per una serie di precedenti debiti. 

In due non hanno presentato la fideiussione entro il termine del 30 giugno. Si tratta di Juve Stabia e Triestina.

Bocciatura temporanea, per alcuni problemi infrastrutturali che sembrano facilmente superabili, anche per Monza e Pistoiese. Stop in rapporto a vicende societarie da chiarire per Cuneo, Matera e Siracusa.

Tutte le società temporaneamente escluse hanno la possibilità di presentare ricorso entro le ore 19 di lunedì 16 luglio, mentre la decisione del commissario straordinario della Figc è fissata per il 20 luglio.

Il fatto è che, a prescindere dal numero delle esclusioni che sarà tamponato con i ripescaggi, molti club inizieranno il campionato con punti di penalizzazione comminati a diverso titolo e in situazione economica precaria.

Le classifiche dei raggruppamenti nei quali verranno inseriti saranno molto squilibrate già in partenza. Un torneo, quello di Serie C, che mette sempre la stessa angoscia e che appare falsato prima ancora di cominciare. Con buona pace per la lealtà sportiva e il rispetto delle regole.

In questo contesto, quale sorte toccherà alla Viterbese? Una questione non proprio di lana caprina considerato l’handicap con cui partiranno molti club, magari accorpati in uno stesso girone.

Sotto questo aspetto essere inseriti nel girone A sarebbe cosa buona e giusta per la società guidata da patron Camilli >>> leggi QUI l’ipotesi gironi elaborata da Cuori Gialloblù.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Cerignola dentro, in C cambiano i calendari?

Il dispositivo pubblicato dal Collegio di Garanzia dello Sport del CONI ha dato ragione all’Audace …