giovedì, 5 Dicembre, 2019
Ultime notizie
Foto: Luca Prosperoni

Serie C, la domenica funesta della Lega di Ghirelli

E’ stata una domenica particolare per la terza serie nazionale. Tra Rieti e Viterbo si sono vissute situazioni che, con il professionismo, hanno ben poco a che fare. Attenzione anche a battezzare queste circostanze come occasionali. Non lo sono affatto. Cosa è accaduto, si domanderanno i nostri lettori. A Rieti il tecnico Pezzotti, in distinta per la partita di campionato con la Reggina, non è abilitato a guidare una formazione di serie C.

Pezzotti ha guidato il club laziale per tre giornate, grazie a una deroga da parte del Settore Tecnico, ma aveva il provvedimento in scadenza. D’altra parte un po’ tutti sapevano che a Rieti non si sarebbe giocato. Così come asserito anche dallo stesso direttore generale della Reggina, Andrea Gianni.

Avrebbe dovuto esserne a conoscenza anche il presidente della Lega, Francesco Ghirelli, al quale di norma non sfugge mai nulla. Fatto sta che alla Reggina non è rimasto altro che organizzare una breve sessione di allenamento, per poi fare rientro a Reggio con la consapevolezza che la classifica avrà tre punti in più a breve scadenza. Per la serie…“mai più campionati falsati”.

Ma la “maledetta domenica” della Lega Pro non finisce certo qui. Anche a Viterbo si è vissuta una giornata che si potrebbe definire esilarante, se non si trattasse di calcio professionistico. A prescindere dal risultato finale della partita e dalla opaca prestazione dei padroni di casa, quello che balza all’attenzione degli addetti ai lavoriè quanto accaduto durante la ripresa. Una situazione che ha fatto infuriare la società della Tuscia, con il direttore generale, Diego Foresti (nella foto di Luca Prosperoni) che le ha  cantate alla Lega >>> Leggi qui.

La gara tra Viterbese e Cavese è stata il frutto di una congiunzione astrale sfavorevole per la CAN di C. Infatti a poco più di 24 ore dal fischio d’inizio, per un motivo o per un altro, sono stati cambiati addirittura tre arbitri. Alla fine arriva a dirigere la partita il signor Fabio Natilla di Molfetta. Con lui gli assistenti Santino Spina di Palermo e Vincenzo Pedone di Reggio Calabria. A quanto pare uno dei due assistenti non sarebbe stato nemmeno al meglio delle condizioni fisiche.

Nel corso della ripresa l’assistente si accascia a terra, al punto da uscire dal Rocchi in barella. A norma di regolamento il direttore di gara mette a riposo l’altro assistente, fornisce di bandierine un dirigente per squadra e si assume la completa responsabilità della direzione della gara. Tutto bene, secondo le regole. Accade però che il gol della Cavese appaia forse irregolare, proprio per una posizione di fuorigioco non rilevata dall’ormai confuso signor Fabio Natilla da Molfetta.

La cosa che fa gridare al “dilettanti allo sbaraglio” sta nel fatto che, in un campionato professionistico qual è la terza serie nazionale, non esiste la figura del quarto di gara. Se così fosse stato, si sarebbe potuto sostituire lo sfortunato assistente e terminare la gara in modo regolare. Non lo dice il regolamento, ma lo proclama il buon senso. Ha ragione da vendere il direttore generale gialloblu a denunciare quanto accaduto, non senza lanciare un appello: “Non si può andare avanti così. Vado sempre alle assemblee di Lega e, invece di stare solo a parlare di fair play, si dovrebbero affrontare questi di problemi”.

Una brutta figura in una pessima giornata per la Lega Pro di Firenze, non solo per le nubi che hanno imperversato sulla nostra penisola. Non si può gestire in questo modo una categoria professionistica che alle società costa milioni di euro. Bisogna che ognuno faccia la propria parte, questo è vero. Ma ciò deve avvenire a partire dagli organi che la gestiscono. Altrimenti si rischia di tornare al calcio fatto di “birra e salsicce”.

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Viterbese-Avellino, le ultime dalle sedi

Si gioca domenica 1 dicembre 2019 Viterbese-Avellino, partita valida per la diciottesima giornata del campionato …