Signature Bank chiusa dai regolatori di New York, “rischio sistemico”

Signature Bank, con sede a New York, un’altra banca crypto-friendly, ha ufficialmente chiuso ed è stata rilevata dal Dipartimento dei servizi finanziari di New York (NYDFS).

C’erano novità dichiarato Il sovrintendente Adrian A. Harris in una dichiarazione del 12 marzo. Il regolatore di New York ha rilevato Signature Bank ai sensi della Sezione 606 del New York Banking Act e ha incaricato la Federal Deposit Insurance Corporation degli Stati Uniti di gestire il processo assicurativo.

Riserva federale spiegato Al fine di proteggere l’economia statunitense e rafforzare la fiducia del pubblico nel sistema bancario, la decisione di chiudere la banca è stata presa con la Federal Deposit Insurance Corporation (FDIC) degli Stati Uniti, secondo una dichiarazione del 12 marzo.

Un membro anziano del Tesoro degli Stati Uniti è riportato Le azioni odierne del NYDFS e della Federal Reserve sono progettate per limitare i deflussi dei depositanti e prevenire ulteriori corse agli sportelli, ha detto ai giornalisti:

“Le azioni che abbiamo intrapreso oggi sono progettate per limitare gli effetti dell’esodo dei depositanti dalla Silicon Valley e da Signature e per ridurre al minimo gli effetti di ricaduta”.

“Le aziende non vengono salvate. I depositanti sono protetti”, ha detto il funzionario. “La capacità di lavorare operazioni, i salari è molto importante”, ha aggiunto il funzionario del Tesoro.

La Federal Reserve ha anche indicato che avrebbe trattenuto tutti i depositanti di Signature Bank.

“Tutti i depositanti di questa società saranno risarciti. Come per la decisione della Silicon Valley Bank, non ci sono perdite per i contribuenti.

“Questa azione garantirà che il sistema bancario statunitense continui a svolgere i suoi ruoli vitali di protezione dei depositi e di accesso al credito a famiglie e imprese per promuovere una crescita economica forte e sostenibile”, ha aggiunto la dichiarazione.

READ  Le azioni statunitensi scendono sui timori di recessione, il Nasdaq chiude a un nuovo minimo di mercato ribassista

Secondo il rapporto, gli azionisti e alcuni detentori di debiti non garantiti non saranno protetti. Anche gli alti dirigenti sono stati licenziati.

C’era una banca delle firme 88,6 miliardi di dollari Depositi al 31 dicembre ed è inteso da alcuni come una delle banche crypto-friendly negli Stati Uniti

Imparentato: Le banche statunitensi che prestano prestiti per la casa prestano miliardi di dollari alle criptovalute: rapporto

Un’altra importante banca crypto-friendly, Silvergate Bank, ha annunciato la scorsa settimana che stava chiudendo e andando in liquidazione volontaria “alla luce dei recenti sviluppi normativi e del settore”.

Secondo Per alcuni analisti, Signature Bank è stata in grado di resistere alla tempesta del crollo di FTX perché i suoi depositi erano più diversificati rispetto a quelli di Silvergate Bank, che solo il 25% dei suoi depositi proveniva da criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *