Taiwan avverte della “serie di provocazioni” della Cina, dice agli Stati Uniti di non oltrepassare la linea rossa

  • Taiwan afferma che non tollererà “ripetute provocazioni” da parte della Cina
  • La Cina avverte gli Stati Uniti di non oltrepassare la linea rossa su Taiwan
  • Il presidente di Taiwan e il presidente del parlamento degli Stati Uniti hanno in programma di incontrarsi negli Stati Uniti

TAIPEI/PECHINO, 7 marzo (Reuters) – Taiwan non tollererà “ripetute provocazioni” da parte della Cina, ha detto martedì il ministro della Difesa dell’isola, aggiungendo che il ministro degli Esteri cinese ha affermato che Taiwan è la “prima linea rossa”. relazioni americane.

Le tensioni su Taiwan governata democraticamente, che la Cina considera il proprio territorio, hanno aumentato negli ultimi tre anni la pressione diplomatica e militare di Pechino per costringere Taipei ad accettare la sovranità cinese.

La Cina ha tenuto esercitazioni militari vicino a Taiwan ad agosto per protestare contro una visita a Taipei dell’allora presidente della Camera degli Stati Uniti Nancy Pelosi, e il presidente taiwanese Tsai Ing-wen ha in programma di incontrare l’attuale presidente della Camera Kevin McCarthy negli Stati Uniti nelle prossime settimane, hanno detto due fonti a Reuters .

Parlando ai giornalisti in parlamento, il ministro della Difesa taiwanese Chiu Kuo-cheng ha dichiarato di non essere a conoscenza di un incontro programmato tra Tsai e McCarthy.

Ultimi aggiornamenti

Guarda altre 2 storie

“I comunisti cinesi usano qualsiasi scusa per inviare truppe”, ha detto Chiu. “Ma non diremo, ‘Dacci dentro’, adotteremo un approccio calmo e razionale.”

Ha aggiunto che, sebbene sperasse che ciò non accadesse, l’esercito di Taiwan era pronto a combattere.

“Se i comunisti cinesi si muovono di nuovo, il compito delle forze armate è reagire”, ha detto Chiu. “Non permetteremo ripetute provocazioni contro di noi. È inaccettabile”.

READ  Aggiornamenti in tempo reale sull'Ucraina: la Russia distrugge i carri armati ucraini

Il governo di Taiwan non ha annunciato la visita di Tsai negli Stati Uniti e in precedenza ha fatto tappa in America Latina e nei Caraibi in rotta verso paesi che mantengono legami diplomatici formali con Taiwan.

Il ministero degli Esteri di Taiwan ha detto martedì che avrebbe fatto un annuncio a tempo debito su qualsiasi viaggio all’estero del presidente, ma al momento non c’era nulla da annunciare. Anche McCarthy non ha confermato l’incontro con Tsai.

A Pechino, il ministro degli Esteri cinese Qin Gang ha affermato che è “ridicolo” per i funzionari statunitensi affermare che Taiwan non è una questione interna della Cina.

“La questione di Taiwan è il fulcro degli interessi fondamentali della Cina, il fondamento del fondamento politico delle relazioni sino-americane e la prima linea rossa che non dovrebbe essere oltrepassata nelle relazioni sino-americane”, ha affermato in un discorso annuale sulla Cina. Assemblea parlamentare.

“Gli Stati Uniti hanno una responsabilità irrevocabile per la causa della questione di Taiwan”.

La Cina continuerà a lavorare per una “riunificazione pacifica” ma si riserva il diritto di prendere tutte le misure necessarie, ha affermato Qin.

“Nessuno dovrebbe sottovalutare la ferma determinazione e la grande capacità del governo e del popolo cinese di proteggere la sovranità nazionale e l’integrità territoriale”.

Il governo di Taiwan nega ferocemente le rivendicazioni territoriali della Cina, sebbene abbia ripetutamente offerto colloqui con Pechino e afferma che solo il popolo di Taiwan può decidere del proprio futuro.

Una fonte ha detto a Reuters che se la riunione degli Stati Uniti andrà avanti – probabilmente ad aprile – non escluderà necessariamente che McCarthy venga a Taiwan in futuro.

READ  La Virgin Orbit di Richard Branson dichiara bancarotta e cerca un acquirente

Altre quattro fonti – tra cui funzionari statunitensi e persone che hanno familiarità con il pensiero delle amministrazioni degli Stati Uniti e di Taiwan – hanno affermato che entrambe le parti sono profondamente preoccupate che la futura visita di McCarthy possa intensificare drasticamente le tensioni attraverso lo Stretto di Taiwan mentre l’isola si prepara. proprie elezioni presidenziali all’inizio del prossimo anno.

Reportage di Ben Blanchard e Ryan Wu; Montaggio di Gerry Doyle e Stephen Coates

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *