Tony Bennett, Jazzy Crooner dell’American Songbook, muore a 96 anni

Ha registrato album in onore di musicisti come Duke Ellington, Louis Armstrong, Frank Sinatra e Billie Holiday. Nell’album del 2006 “Duets: An American Classic”, ha eseguito “If I Ruled the World” con Ms. Dion, “Smile” con Barbra Streisand e “For Once in My Life” con Stevie Wonder, e ha rivisitato il suo primo singolo della Columbia, “Boulevard of Broken Dreams” con Sting. Cinque anni dopo, in “Duets II”, Aretha Franklin, Queen Latifah, Willie Nelson e Mrs. Winehouse erano suoi collaboratori.

Con il passare del secolo, è tornato in tournée, dando 200 spettacoli all’anno e registrando pesantemente.

Nel 2007 il sig. Bennett si è sposato una terza volta alla fine degli anni ’80 con la sua compagna di lunga data, Susan Crowe, un’insegnante quattro decenni più giovane di lui. Insieme hanno avviato una fondazione per sostenere l’educazione artistica nelle scuole e finanziato la Frank Sinatra School of the Arts, una scuola superiore pubblica nel Queens.

Sig. Bennett ha vissuto nello stesso appartamento di Manhattan dove è morto, tranne che per alcuni anni a Los Angeles e Londra. È sopravvissuto a sua moglie; i suoi figli, Danny e Day; le sue figlie, Johanna e Antonia Bennett; e 9 nipoti.

Come ha suggerito David Ivanier nella sua illuminante biografia del 2011, “All Things You Are: The Life of Tony Bennett”, Mr. Se c’è una qualità magica nella vita di Bennett, è la storia del 1974 di Mr. Collegato da una storia raccontata da Bennett.

“Amo le cose divertenti che accadono solo a me in questo momento nella vita”, ha detto. “Una volta, ero all’Hollywood Bowl cantando ‘Lost in the Stars’ di Kurt Weill con la band di Bassey e Buddy Rich alla batteria, e una stella cadente è caduta nel cielo sopra la mia testa, e tutti ne parlavano, e la mattina dopo il telefono ha squillato e ho chiamato da New York. Ha detto: ‘Ehi, Tony, come hai fatto, amico?’ e disconnesso.

READ  L'Australia rimuove la monarchia britannica dalle sue banconote

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *