mercoledì, 24 Febbraio, 2021

Viterbese, a Monza tanta stanchezza

Il Monza si aggiudica in rimonta la partita di andata della finale di Coppa Italia Serie C. Un risultato giusto per quanto si è visto in campo, ma che potrebbe essere ribaltato dalla Viterbese nel ritorno in programma al Rocchi mercoledì 8 maggio. Una gara da vincere, senza se e senza ma. Il pareggio farebbe alzare la Coppa ai brianzoli. E sarebbe una vera iattura.

Al Brianteo si è vista una “banda Calabro” pimpante solo nella prima mezz’ora. Poi è affiorata la stanchezza, inevitabile visto il tour de force al quale è stata condannata da un calendario folle. Sono stati commessi errori difensivi gravi, che hanno spianato la strada alla squadra di Brocchi. Per fortuna dei gialloblù, Brighenti e Marchi hanno buttato al vento due reti che sembravano già fatte. Diversamente, staremmo a parlare di tutt’altra storia.

Ha pesato moltissimo a centrocampo il forfait di Damiani, metronomo del quale Calabro non può più fare a meno. Anche l’assenza di Sini dall’undici iniziale ha inciso sugli equilibri di una difesa non esente da colpe in varie fasi della gara. L’attacco spuntato ha fatto il resto. Meno male che Jari Vandeputte ha tirato fuori il coniglio dal cilindro, regalandosi una rete da cineteca. Senza contare che alla Viterbese manca come il pane uno come Baldassin, al quale facciamo gli auguri di un pronto recupero. Sarà un tassello fondamentale per il futuro prossimo venturo della squadra.

Il fatto è che affiora, inesorabilmente, la stanchezza. Negli ultimi sessanta minuti, la Viterbese non è stata più in campo.

Adesso si tratta di gestire al meglio le tre gare (Rende, Catanzaro e Paganese) che restano ancora da giocare in campionato. Bisognerà farlo senza pregiudicare la finale che, mercoledì 8 maggio, sarà la madre di tutte le partite in chiave playoff. Ci aspettiamo da Viterbo una risposta consona a questo appuntamento con la storia.

Al club gialloblù alzare questa coppa serve per entrare negli spareggi dalla porta principale, non dal buco della serratura. Un traguardo da non fallire. La proprietà ci spera. Anzi, ci conta. I tifosi hanno fiducia in una prova di grande carattere, che non verrà meno (nella foto, la curva gialloblù al Brianteo).

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Coppa Italia Serie C 2019-20, secondo turno

Si è giocato il 9 ottobre 2019 il primo turno della Coppa Italia Serie C …