martedì, 29 Settembre, 2020

Viterbese, al Rocchi fate il tifo anche per loro

Sarà una partita atipica quella che andrà in scena al Rocchi tra Viterbese e Vibonese. Dopo anni di continuo seguito, la Curva Nord ha deciso di disertare gli spalti. Lo fa con la morte nel cuore, visto che è proprio su quei gradoni che le storie di vita dei ragazzi si sono incontrate e sono cresciute negli anni. Portandosi dietro gioie e dolori, sportivi. Ma anche cindividendo problematiche umane che spesso sono state risolte proprio con la solidarietà di quella che è di sicuro la parte migliore di questo sport. Ovvero i tifosi.

Ebbene, loro non ci saranno. Per protesta verso alcune decisioni prese nei loro confronti e per le quali rinviamo al comunicato stampa [leggi comunicato] diffuso dalla Curva Nord.

Per solidarietà chiedono a tutti i tifosi gialloblu di non entrare al Rocchi, almeno per un tempo. Sarà difficile che questo accada, anche se speriamo che in molti decidano di aderire a questa pacifica ma simbolica forma di protesta.

Tutto questo però pone l’accento sulle problematiche di quanti, oggi, vogliono seguire la propria squadra del cuore. Dalla Serie C alla massima serie. Ci sarebbe bisogno di un maggiore dialogo e di un più aperto confronto tra chi vuole partecipare agli eventi sportivi e chi li gestisce. Specialmente sotto il profilo dell’Ordine e dela Sicurezza Pubblica.

Purtroppo negli anni si è persa l’occasione per approfondire l’argomento e magari per istituire un apposito comitato, che potesse essere di utilità e filtro tra le parti. Si è invece pensato solamente alla fase repressiva, che spesso ha colpito chi allo stadio è sempre voluto andare in maniera tranquilla. Il fallimento della “Tessera del Tifoso” è, sotto questo aspetto, la prova provata che il “vietare” a prescindere non porta ai risultati sperati.

E quindi a rimetterci in questa storia siamo tutti noi. Il signor Mario, la signora Maria, la società gialloblu e soprattutto la squadra. Che sarà priva del fondamentale apporto di quei cinquanta ragazzi che, in lungo e in largo per l’Italia, hanno sempre fatto sentire il loro sostegno e il loro calore.

Al Rocchi chiediamo solamente una cosa. Se non volete partecipare a questa protesta, alzate ancora di più la voce per far sentire meno soli i ragazzi là fuori. Gridate anche per loro e in loro nome un grande e sonoro… FORZA VITERBESE!!!

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Maurizi: “Rispetto per la Ternana, ma noi siamo la Viterbese e vogliamo crescere”

“Abbiamo tanta voglia di giocare e di entrare in campo visti i mesi di stop …