martedì, 15 Ottobre, 2019

Viterbese, al Rocchi la capolista Catanzaro

Domenica al Rocchi la Viterbese di mister Lopez affronta la capolista. La squadra gialloblù è reduce dalla sfortunata partita di Catania (nella foto di Luca Prosperoni, il difensore De Giorgi), decisa dal rigore fantasma assegnato agli etnei dall’arbitro Vigile. Per questa gara saranno assenti due pezzi forti come De Falco e Tounkara (fin qui autore di 4 reti e il cui stop durerà come minimo un mese). Un problema non da poco trovare due sostituti all’altezza.

Dopo la quarta giornata di campionato il Catanzaro è primo in classifica nel girone C con 10 punti. I giallorossi sopravanzano di un punto il quartetto formato da Potenza, Catania, Ternana e Avellino. La squadra guidata da Auteri ha vinto tre partite (contro Teramo e Sicula Leonzio al Ceravolo e con il Monopoli in trasferta) e ne ha pareggiata una (a Bisceglie). Ha segnato 7 reti e ne ha subite 3. Il capocannoniere è Kanoute (autore di  3 reti). Fischnaller ne ha segnate 2, mentre le altre due marcature sono appannaggio di Giannone e Nicastro.

Mister Auteri schiera abitualmente i suoi con il 3-4-3 (nella difesa a tre viene schierato l’ex gialloblù Celiento). Il modulo finora ha dato ragione al tecnico calabrese e il Catanzaro sciorina un gioco tra i migliori del girone per quantità e qualità. Domenica scorsa è parsa eccellente la prestazione offerta al Ceravolo con la Sicula Leonzio, con Fischnaller e Kanoute sugli scudi a conferma della pericolosità del reparto offensivo.

Questa la formazione messa in campo:

CATANZARO (3-4-3): Di Gennaro; Celiento, Riggio, Martinelli; Statella (1’ st Favalli), Maita, De Risio, Casoli (46′ Di Livio); Kanoute (72′ Mangni), Nicastro (80′ Quaranta), Fischnaller (72′ Giannone). 

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Viterbese, solo elogi dall’ex allenatore Pochesci

Qualche capello bianco in più, qualche intemperanza in meno. Oggi è un tecnico con grande …