giovedì, 19 Settembre, 2019
Ultime notizie

Viterbese, Camilli e una questione di reputazione

La reputazione è la stella polare degli umani, soprattutto quando si ricoprono cariche pubbliche o istituzionali che comportano una qualche sovraesposizione mediatica.

La considerazione nella quale si è tenuti in ambito professionale e aziendale, è un tratto fondamentale nella biografia di chi occupa posizioni di rilievo. La stima è un valore da porre al di sopra di ogni altra cosa.

Solo una buona reputazione rende veramente liberi di impegnarsi a fondo nelle cose. Senza correre il rischio di essere messi alla gogna da attacchi più o meno trasversali che possano essere dannosi sotto il profilo professionale, istituzionale, aziendale. La reputazione non  è  un optional, un qualcosa di cui si può fare a meno.

Il patron Piero Camilli (nella foto, a sinistra, con il sindaco di Viterbo Giovanni Arena), la Viterbese, Viterbo e i tifosi gialloblù hanno dunque il diritto-dovere di difendere la propria reputazione in tutte le sedi consentite. Per tutelare ai massimi livelli l’onore del ruolo sportivo che si occupa, della città, del club.

È per questa e per molte altre ragioni che la tifoseria della Tuscia, che rappresenta il lato più etico del calcio, si è schierata senza se e senza ma al fianco della società nella vicenda extra-calcistica che la vede messa sul banco degli imputati.

È una battaglia da combattere e da vincere insieme. Bisogna, però, tornare a giocarsela anche sul campo. Per non dare una soddisfazione a quanti ci hanno inzuppato il biscotto. Per offrire una lezione di civiltà, di dignità e di orgoglio etrusco. Per far capire a tutti di che pasta si è fatti. Anzi, siamo fatti.

In casi come questi c’e solo una parola d’ordine. Non darla vinta e non mollare, mai!

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Cuori Gialloblù e lo ‘sportello del tifoso’

Il sito Cuori Gialloblù è nato (siamo on line da oltre un anno) per fare …