martedì, 15 Ottobre, 2019

Viterbese-Catanzaro, gialloblù con i nervi distesi

La Viterbese arriva serena alla partita con il Catanzaro di Auteri, in programma domenica al Rocchi. I gialloblù di Calabro possono contare su una doppia opportunità, in chiave play off. Non è poco, dopo la “cavalcata selvaggia” alla quale sono stati costretti da un calendario aberrante.

In campionato restano da giocare sei partite. Ci sono ancora due recuperi (Cavese in casa e Catanzaro in trasferta) da mettere nel carniere. I punti a disposizione salgono dunque da 12 a 18. Un capitale al quale attingere per risalire la classifica, a partire dai 44 punti che la collocano al momento all’interno di un gruppone molto aggrovigliato.

Poi c’è la grande chance Coppa Italia. Il club che si aggiudica la finale salta i playoff di girone e viene ammesso, come testa di serie, direttamente alla fase nazionale degli spareggi  >>> LEGGI QUI il regolamento completo.

A questo si deve aggiungere che la gara di ritorno con il Monza (quella di andata è già programmata il 24 aprile) potrebbe giocarsi a bocce ferme mercoledì 8 maggio, vale a dire dopo l’ultima di campionato. Un ulteriore vantaggio per la “banda Calabro”?

Oggi ne sapremo di più. Il sorteggio chiarirà sedi e date delle due gare di finale della Coppa Italia di Lega. È evidente però che la squadra si avvia con i nervi distesi verso il doppio confronto casalingo con Catanzaro e Cavese (la gara con i campani si giocherà al Rocchi mercoledì 17 aprile).

Nervi distesi si fa per dire. La trance agonistica che finora ha sostenuto i gialloblù, in una stagione anomala destinata a restare negli annali, non verrà certamente meno. Mister Calabro, un tecnico più realista del re, continua a ripetere che la Viterbese non ha ancora niente in mano. La grinta di quanti scenderanno in campo è assicurata. In panchina c’è un condottiero, non un semplice allenatore.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, solo elogi dall’ex allenatore Pochesci

Qualche capello bianco in più, qualche intemperanza in meno. Oggi è un tecnico con grande …