mercoledì, 30 Settembre, 2020

Viterbese, c’eravamo tanto illusi?

Avevamo sperato tutti in un’inversione di marcia e, invece, è arrivata la terza sconfitta su tre gare disputate. Una gara, quella con il Matera, che doveva fungere da spartiacque. Specialmente dopo l’esonero di Lopez e l’arrivo di Sottili. Ci si attendeva la scossa, insomma. Niente di tutto questo, anzi.

Fino al gol del redivivo Plasmati, la Viterbese ha fatto il compitino con un minimo sindacale messo in campo da giocatori che hanno capacità e qualità per fare molto meglio. Forse manca l’altra grande qualità, ma quella ce l’hai o no. E, al momento, è decisamente no.

Dopo il gol si è vista una squadra diversa. Attenzione, niente di trascendentale, però una parvenza di squadra. Del gol non vogliamo/voglio parlare. Siamo riusciti a lasciare libero da marcature l’unico giocatore pericoloso dell’organico materano che, sebbene inattivo da tempo, è riuscito a mettere a nudo tutte le difficoltà di una squadra a cui manca l’altra grande qualità.

Quindi niente di niente, come le parole non dette in sala stampa. Altra cosa negativa nelle tante viste in questo scorcio di stagione, ma tant’è. Ci sarà quindi da rimboccarsi le maniche e farlo in fretta. Già sabato arriva la Casertana di Castaldo e company e c’è da stare certi che non verranno a visitare San Pellegrino. Noi invece siamo stati stregati dai Sassi di Matera. Solo da quelli, però, perché la squadra di mister Imbimbo è apparsa veramente poca cosa. E quindi noi?

Noi tutti forse ci eravamo illusi di poter aspirare a ben altro, abbagliati dalle luci di Marassi. Ma la Serie C è ben altra cosa e dovranno rendersene conto, sin da subito, tutti coloro che a oggi non hanno palesato l’altra grande qualità. Altrimenti si fa dura, davvero.

DI Stefano Cordeschi

Avatar
Giornalista Pubblicista, vicedirettore di Calciopress.net, ha iniziato la sua avventura editoriale su web ideando e progettando siti internet, in modo particolare incentrati sulla Viterbese Calcio.

Leggi anche

Maurizi: “Rispetto per la Ternana, ma noi siamo la Viterbese e vogliamo crescere”

“Abbiamo tanta voglia di giocare e di entrare in campo visti i mesi di stop …