domenica, 27 Settembre, 2020

Viterbese, contro il Bari Calabro fa di necessità virtù

Necessità fa virtù. Contro il Bari il motto della Viterbese di Antonio Calabro non potrà che essere questo, viste le numerose defezioni che costringeranno il tecnico gialloblù a schierare la migliore formazione possibile con gli uomini a disposizione.

Nonostante l’arrivo di Bunino un attacco, che offre una soluzione in più all’allenatore, Calabro – che di mercato non parla – sa di avere le mani legate. “Bunino è un buon giocatore, in linea coi progetti di questa società, è giovane e di prospettiva – commenta -. Va a colmare una casella vacante. Sono contento, sta qui da un giorno ma ha già dimostrato di essere u. ragazzo eccezionale a livello umano. A livello tecnico lo vedremo, l’ho allenato solo ieri”.

“Domani mi presento al cospetto di un Bari stellare con tante defezioni, tra le squalifiche di Atanasov, De Giorgi e Tounkara, e gli infortuni di De Falco, Palermo, Antezza, Simonelli e Volpe. Spesso si dice che gli squadroni è meglio incontrarli subito, ma rispetto all’andata a noi mancano giocatori importanti ed è anche un altro Bari. È chiaro che la nostra è una situazione complicata, ci manca praticamente una squadra titolare. Ma guai a piangerci addosso: ci metteremo tanto tanto cuore e speriamo in un pizzico di buona sorte”.

Probabile un cambio modulo, dal 3-5-2 solito a 3-4-1-2. “Dipende tutto dalle assenze, giocoforza ci dovremo inventare qualcosa di diverso – conclude -. L’obiettivo è fare in ogni caso una gara gagliarda, mettendo in difficoltà una squadra forte come il Bari. Queste gare devono servirci anche a capire se i nostri giovani stanno dando le risposte giuste e se stanno crescendo. Cerchiamo di puntarla sul ritmo, perché se lo abbassiamo uscirà la qualità tecnica dell’avversario ed emergeranno le differenze”.

Questo l’elenco dei giocatori convocati da mister Calabro per Viterbese-Bari: Baschirotto, Besea, Bensaja, Bezziccheri, Bianchi, Bunino, Culina, Errico, Maraolo, Markic, Menghi E., Menghi M., Milillo, Molinaro, Pini, Ricci, Sibilia, Urso, Vitali, Zanoli.

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Riapertura degli stadi, Zingaretti dice no

Riapertura degli stadi con il 25% della capienza, c’è anche chi dice no. La Regione …