domenica, 15 Settembre, 2019
Ultime notizie

Viterbese, ‘Cuori Gialloblù’ a guardia di una fede

I tifosi sono una specie in via di estinzione, salvo alcuni bacini che resistono sulle barricate in virtù del senso di appartenenza consolidato nel tempo. Si è creata una razza geneticamente modificata di teleutenti da salotto, a scapito della natura nazionale e popolare di uno sport reso bellissimo dalla gente che assiste alle partite. 

A questo quadro di fondo si aggiungono in terza serie criticità economiche e organizzative che hanno determinato ricadute negative sui singoli club iscritti. Un flop sistemico che, fatto salvo il successo dei lungimiranti rimedi normativi attuati dal presidente della Lega di Firenze, Francesco Ghirelli, potrebbe allontanare a breve scadenza le società virtuose rimaste a navigare un mare procelloso.

Va osservato, infine, che questa è una categoria sprovvista di visibilità a livello mediatico. I club, dunque, sono spesso in balia di avventurieri di ogni specie con annesso codazzo di millantatori. Un vero schifo.

In questo pianeta sempre più kafkiano l’unico pilastro rimasto in piedi sono i tifosi che stentano, però, a capire dinamiche che li hanno spesso trasformati in canne al vento. Il compito degli  addetti ai lavori è informarli in modo martellante sullo stato delle cose, per renderli artefici e non solo partecipi di un cambiamento epocale che non può che partire dalla fondamenta.

I tifosi vanno sempre coinvolti, perché sono il lato etico del calcio. La sola ancora di salvezza rimasta alla quale attaccarsi per sperare in un futuro più sostenibile del presente.

Per queste e per molte altre ragioni è nato Cuori Gialloblù. Una bella iniziativa scaturita dalla passione incontaminata di Stefano Cordeschi, alla quale mi sono con grande gioia associato. È stato facile coinvolgere Eleonora Celestini, giornalista di spicco ma anche tifosa sfegatata.   

E dunque buon campionato al presidente Romano, a mister Calabro, al direttore generale Foresti, a tutto lo staff tecnico e organizzativo della società, al gruppo dei giocatori che scenderanno in campo a difesa dei nostri colori. Soprattutto, buon campionato ai tifosi che si portano le maglie gialloblù nella mente e nel cuore. Il filo rosso della “grande storia del club”.

FORZA VITERBESE, SEMPRE!

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

Viterbese, una rondine può fare primavera?

UN CALENDARIO DA PAURA. L’impatto con il calendario del campionato di serie C era stato …