lunedì, 27 Gennaio, 2020

Viterbese, Curva Nord tutta d’un sentimento

Quello che si prova non si può spiegare qui, hai una sorpresa che neanche te lo immagini”. È necessario prendere in prestito le parole di Vasco per provare a descrivere quanto accaduto sabato sera in Curva Nord. Qualcosa di spettacolare. Per chi da anni segue la Viterbese assistere a quello che stava succedendo è stata un’emozione forte. Forse ai più, accecati dalla scintillante e convincente vittoria della Viterbese 6-1 sul modesto Rende, potrà anche essere sfuggito, ma non a noi attenti osservatori delle faccende gialloblu da sempre.

Quasi al termine della partita, quando la squadra era già abbondantemente in vantaggio sull’avversario calabrese mai veramente pericoloso, in Curva Nord è accaduto qualcosa che non succedeva da anni. Dalle corsie laterali del settore dei tifosi di casa si è messo in moto un movimento spontaneo di persone che hanno lasciato la propria postazione e sono andate tutti a stringersi attorno agli ultras al centro della Nord, ingrossando le fila del tifo organizzato. Le mani alzate al cielo e le voci ad incitare la squadra si sono moltiplicate, rendendo ancor più forte il grido della Nord per la Viterbese. Il cuore pulsante della Curva in un solo battito. Tutti d’un sentimento. Un fermo immagine difficile da dimenticare.

Una soddisfazione per tutti i ragazzi dei gruppi organizzati della Curva, che da anni si danno molto da fare per coinvolgere più gente possibile nelle coreografie e nel tifo e per far unire ai cori anche chi non appartiene al mondo ultras ma ama seguire la partita dalla Nord. Quanto accaduto sabato sera è gran parte merito loro e gliene va dato atto. 

È evidente allo stesso tempo che i risultati della Viterbese targata Marco Arturo Romano – una Viterbese giovane e frizzante che sa far divertire e che non pone limiti ai propri obiettivi – stanno ricreando entusiasmo attorno al club gialloblu. Come detto anche in precedenza (leggi QUI), se questi risultati positivi sul campo procederanno di pari passo con la serietà che la società di via della Palazzina sta dimostrando nella gestione finanziaria del club, allora il fervore nei confronti della Viterbese non potrà che crescere sempre di più. Magari a piccoli passi, magari step by step e con una programmazione lungimirante, ma l’unità mostrata dalla tifoseria tutta in Curva sabato sera per la gara contro il Rende è certamente un segnale importante che va accolto con grande entusiasmo ed estremo ottimismo. Il primo tassello da cui partire per programmare il futuro.

Un’ultima annotazione, the last but not the least. Grazie di cuore alla Viterbese che ha dedicato, attraverso le parole di mister Giovanni Lopez, la bella vittoria al nostro Gabriele. A Lui la partita di ieri sarebbe piaciuta tantissimo. Sarebbe piaciuta la sua Curva, sarebbe piaciuta la sua gente in festa. Quella gente e quella Curva Nord che non vedono l’ora di riabbracciarlo e di rivederlo presto sorridente sugli spalti.

La Curva Nord tutta d’un sentimento 💙💛

Pubblicato da Cuori Gialloblu su Domenica 20 ottobre 2019

DI Eleonora Celestini

Eleonora Celestini
“Giornalisti si nasce e io modestamente lo nacqui”: passione e vocazione hanno scelto per me il mio mestiere, io ho solo assecondato il tutto con una laurea in Scienze della comunicazione e tanta gavetta sul campo, specie in ambito sportivo. Ho collaborato per anni al Corriere di Viterbo e sono stata dal 2010 al 2015 responsabile dell’ufficio stampa della Provincia di Viterbo. Mi sono occupata della comunicazione della As Viterbese Castrense e ho lavorato come redattore a ViterboNews24. Oggi mi occupo dell'area comunicazione di Confartigianato Imprese di Viterbo. Approdo nella redazione e di CuoriGialloblu perché no, al cuor proprio non si comanda

Leggi anche

Paganese-Viterbese 0-0, cronaca e tabellino

Si è giocato il turno di recupero della 20a giornata  – rinviata per lo sciopero …