mercoledì, 21 Ottobre, 2020

Viterbese, diamo a Lopez quel che è di Lopez

Al termine di una prestazione gagliarda, su un campo reso viscido dalla pioggia, la Viterbese batte la capolista Catanzaro e si conferma nel ruolo di bestia nera del club giallorosso >>> QUI cronaca e tabellino.

I ragazzi in maglia gialloblù hanno messo in campo intensità, velocità e la giusta dose di cattiveria. Per la regola degli under, da tenere in campo per tutta la partita, ha debuttato sulla fascia destra il giovane Bianchi (sostituito nella ripresa dall’altro esordiente Zanoli). Senza contare che Molinaro è subentrato a un Pacilli apparso sulla via del recupero.

Un manipolo di giovani (c’erano anche Vitali, oggi molto attento, oltre a Errico come sempre prodigo di belle giocate e autore di una rete talentuosa) che ha tenuto sotto scacco lo squadrone di Auteri, costruito per vincere il campionato.

Ma tutti i giocatori scesi in campo hanno contribuito a questa importante vittoria (basti pensare a De Giorgi schierato a sorpresa a fare il quinto di sinistra) che porta la Viterbese a quota nove. La prova di una coesione che potrà essere foriera di tante soddisfazioni.

In questo successo c’è, ovviamente, la mano di mister Lopez (oggi sostituito in panchina da Niccolai per la squalifica rimediata a Catania). Il tecnico, arrivato in corsa a sostituire il dimissionario Calabro, sta facendo meraviglie con una rosa che è tra le più giovani del girone C e non solo.

È sempre stato un allenatore che sa lavorare con i giovani (Damiani docet), ma qui i giovani sono davvero tanti e per la nuova regola degli under vanno utilizzati in modo costante se si vuole avere accesso ai contributi.

Diamo a Lopez quel che è di Lopez (nella foto di Luca Prosperoni). Questo successo e le grintose prove offerte fin qui da un gruppo di giocatori che se la possono giocare con tutti, sono farina del suo sacco. Una bella soddisfazione, dopo la beffa subita l’anno scorso quando fu malamente esonerato al termine di uno stop durato quasi tre mesi. Bella per lui. E bella per noi.

DI Sergio Mutolo

Sergio Mutolo
Innamorato da una vita dei colori gialloblù, prova a tenere viva in rete la "grande storia del club". Su Calciopress si dedica alle criticità del sistema calcio, con particolare attenzione alla Serie C, sempre schierato dalla parte dei tifosi.

Leggi anche

La Viterbese risorge a Cava: Tounkara e Rossi regalano i tre punti ai gialloblu (0-2)

CAVESE (4-3-3): Bisogno; Tazza (46’Nunziante), Matino, De Franco, Ricchi (83’ Forte); Cuccurullo, Migliorini (46’ Vivacqua), …